IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Prosegue l’ondata di caldo in Liguria: temperature minime mai sotto i 25 gradi

Anche nei prossimi giorni condizioni di elevato disagio fisiologico per caldo, più marcate nei centri urbani e nelle valli poco ventilate

Liguria. Prosegue l’ondata di caldo che interessa la Liguria e anche oggi, giovedì 2 agosto, Arpal ha emesso un avviso meteorologico legato all’elevato disagio fisiologico provocato dalle alte temperature su tutto il territorio regionale.

“Anche nei prossimi giorni le temperature saranno stazionarie su valori al di sopra delle medie climatologiche, con condizioni di elevato disagio fisiologico per caldo, più marcate nei centri urbani e nelle valli poco ventilate – spiegano dall’agenzia regionale – Domani, venerdì 3 agosto, si potranno verificare anche locali aumenti, specie delle minime, per condizioni di föhn che si potrebbero protrarre anche nella giornata di sabato 4 agosto. Oggi, inoltre, potrebbero verificarsi fenomeni temporaleschi sui rilievi con possibile coinvolgimento delle aree costiere (bassa probabilità di fenomeni forti su tutta la regione). Domani ancora temporali al più moderati, più probabili nelle prime ore e nelle ore centrali sui rilievi ma anche in possibile formazione lungo la fascia costiera”. L’avviso meteorologico nel dettaglio si può trovare qui.

Per quanto riguarda le temperature minime, Genova Centro Funzionale non è scesa sotto i 27.7 gradi, Cipressa (Imperia) i 27.5 gradi, Alassio (Savona) i 27.0 gradi. Seguono Genova Quezzi 26.7 gradi e Ventimiglia (Imperia) 26.6 gradi mentre, nello spezzino Levanto, non è scesa sotto i 25.7 gradi. Nelle altre città capoluogo di provincia: Savona Istituto Nautico 26.2 gradi, Imperia Osservatorio Meteo Sismico 26.1 gradi, La Spezia 24.9 gradi. Per la minima più bassa bisogna andare ai 927 metri del Colle di Nava, nell’imperiese, con 13.9.

Per gli aspetti socio sanitari e i comportamenti da adottare si rimanda al bollettino sulle ondate di calore emesso dal Ministero della Salute e reperibile sul sito www.salute.gov.it, che dettaglia i livelli di rischio socio-sanitario nelle varie città italiane.

Il ministero della salute ha diramato il nuovo bollettino per le ondate di calore: a Genova è prevista la permanenza di una condizione di allerta massima (livello 3, rossa) fino a sabato 5 agosto.

In una nota, il centro di competenza per la prevenzione dei danni da calore di Regione Liguria sottolinea che “le condizioni bioclimatiche delle prime ore di oggi sono indicative di un ulteriore aggravamento della isola di calore urbano che si è installata orma da 5 giorni su Genova. La situazione pertanto obbliga ad una stretta sorveglianza clinica dei soggetti ospiti delle strutture”, ricordando l’importanza di predisporre “misure di prevenzione, un attento monitoraggio ed un pronto intervento per prevenire la maggior parte degli eventi negativi dovuti ad ondate di calore in un ambiente tutelato, come gli istituti che erogano assistenza socio-sanitaria”.

Le strutture sociali e sanitarie sono tenute ad attivare “tutte le misure indispensabili per prevenire eventuali danni da calore: la climatizzazione nelle aree degenziali o almeno nelle sale di socializzazione e ristoro e nelle palestre regolando la temperatura intorno ai 24 gradi; in caso di climatizzazione limitate alle aree di socializzazione e palestre, far trascorre agli ospiti delle strutture almeno 8 ore diurne nelle aree climatizzate; monitorare lo stato di idratazione degli ospiti, garantendone una correzione tempestiva in caso di necessità; richiamare il personale sui segni che possono indicare un colpo di calore, attivando i protocolli di intervento; ricordare che le persone affette da deterioramento cognitivo sono particolarmente suscettibili ai danni da calore, sia perché non manifestano i segni della disidratazione, sia perché spesso in trattamento con antipsicotici che per l’attività anticolinergica riducono la sudorazione provocando ipertermie maligne; per lo stesso motivo considerare con attenzione la somministrazione per via generale  di farmaci ad attività anticolinergica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.