IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

L’Usb dei vigili del fuoco della Calabria solidale col collega Andrea Cossu

I lavoratori dell’USB dei Vigili del Fuoco della Calabria vogliono esprime la massima solidarietà e vicinanza al collega permanente del Comando Provinciale di Savona e dirigente Sindacale Regionale dell’USB VV.F. Andrea Cossu, per l’increscioso accaduto al Comando Provinciale VV.F. sopra citato, per la tutela e la salvaguardia dei diritti di tutti i lavoratori del C.N.VV.F. che nella pratica giornaliera di sindacato generale l’Unione Sindacale di Base quotidianamente svolge quando si tratta di tutelare e difendere ogni singolo lavoratore di qualsiasi comparto, la stessa O.S. attiva tutti mezzi “diplomatici” e “burocratici” a disposizione per la tutela di ogni lavoratore, poiché noi siamo realisti perché esigiamo l’impossibile.

Nel nostro vocabolario sindacale quotidianamente rivendichiamo quattro parole: GIUSTIZIA, LEALTA’, AUTENTICITÀ E DIRITTI DEI LAVORATORI. Mentre l’amministrazione attiva il manganello per sostituire il dialogo e per celare tutto questo, le parole della stessa O.S. in questione non perderanno mai il loro potere, poiché esse sono il mezzo per giungere al significato e all’affermazione della verità. Non è possibile tutto ciò, poiché uno chiede e rivendica diritti per un luogo di lavoro più idoneo e non solo, e dopo si ritrova che il giusto diventa l’errato.

L’amministrazione (tutta) deve capire una cosa: che i diritti sono dei lavoratori è devono rimanere in capo a loroi, non può continuare a vessare ed opprimere un’intera classe lavoratrice, perché chi manda avanti la macchina del soccorso tecnico urgente è proprio la base (I LAVORATIORI) e non chi è seduto dietro una scrivania solo per aspettare di star seduto dietro una scrivania più grande.

E in ultimo vogliamo evidenziare al Comandante Provinciale VV.F. che in USB VV.F. quando qualcuno tocca i diritti di uno, tocca “TUTTI” noi altri, poiché i diritti dei lavoratori camminano sulle gambe di tanti Andrea Cossu. A ciò vorremmo ricordare al dirigente locale quando da giovane direttivo si avvicinava al palazzo del Viminale sotto la veste sindacale che  – nessuno ha chiamato i carabinieri, perché nessuno temeva nulla, ne tanto meno che qualcuno rubassi i dati sensibili…..siamo i vigili del fuoco che vivono in luoghi di lavoro comuni per tutti.

Ecco perché oggi gli stessi lavoratori precari e permanenti aderenti ad USB Vigili del Fuoco Calabria, hanno deciso all’unisono di rendersi disponibili a partire  in massa per Savona,  al fianco del collega Andrea  Cossu, proprio perché i diritti dei lavoratori non si elemosinano ma si ottengono con la lotta di classe nelle piazze e con la vera altissima forma di resistenza che USB VV.F. ha.

La Confederazione USB Calabria
Il Coordinamento Regionale USB VV.F. Calabria Precari e Permanenti

In Redazione, oltre alla note del Coordinamento Regionale Usb della Calabria, è arrivato anche il messaggio di un vigile del fuoco savonese:

In riferimento al vostro articolo in cui, suo malgrado, il collega VVF Andrea Cossu si è reso protagonista, o per meglio dire parte lesa, vorrei far presente che avrei qualche informazione da darvi.
Sono un vigile volontario del comando di Savona ed Andrea è il mio referente sindacale. Anche io sono vittima di una serie di vessazioni da parte del comando e di un provvedimento disciplinare del quale non se ne capisce il verso.
Sono state fatte richieste di accesso agli atti che non sono mai stati forniti.
In ultimo il comando mi ha inviato una convocazione ufficiale tramite raccomandata che mi è stata consegnata lo stesso giorno in cui avrei dovuto presentarmi in comando.
La mia referenza sindacale non è mai stata informata ufficialmente dal comando nonostante ad esso siano state inviate comunicazioni ufficiali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.