IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lotta all’abusivismo: 50.000 euro ai Comuni di Alassio, Finale e Loano, fuori per un soffio Pietra Ligure

Questa mattina in Prefettura la sottoscrizione dell'accordo

Alassio. Due agenti di Polizia locale per la durata di un mese, un veicolo elettrico per il pattugliamento delle passeggiate e apposita comunicazione per rendere le nostre spiagge più sicure.

Stamani il sindaco di Alassio Marco Melgrati con il comandante della Polizia Municipale alassina Francesco Parrella e il presidente del consiglio comunale Massimo Parodi si sono recati in Prefettura a Savona per la sottoscrizione dell’accordo finanziato attraverso una quota del riparto del Fondo Unico di Giustizia. Il bando prevede l’erogazione di 50.000 per ognuno dei tre Comuni savonesi con il maggior numero di presenze turistiche: Alassio, Finale Ligure e Loano.

A fronte di ciò, nella città del Muretto, fino al 15 settembre due agenti si aggiungeranno al corpo di polizia municipale per compiere il servizio di perlustrazione degli stabilimenti balneari con specifiche funzioni di controllo e contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale lungo il litorale. Di più: circa 580 ore di vigilanza vigilanza privata che si affianca ai nostri agenti per la deterrenza al commercio abusivo e alla contraffazione.

“Il nostro impegno – spiega Melgrati – dal primo istante è stato quello di lavorare per restituire alla città il volto e il turismo che merita. Non si può pensare ad un investimento sul turismo se non si ha una città sicura e accogliente. Di qui non solo una fattiva collaborazione con le Forze dell’Ordine attive sul nostro territorio grazie alla quale abbiamo avviato i controlli presso la stazione ferroviaria nei fine settimana, ma anche il pattugliamento delle spiagge. Inutile dire che l’organico andrebbe implementato, e anche in questo senso ci stiamo attrezzando, ma questi innesti, seppur temporanei saranno preziosi per un pattugliamento efficace”.

“I risultati di queste attività – continua Parrella – si stanno già facendo sentire. Il progetto redatto, che la Prefettura ha accolto, si prefigge di ampliare questi interventi consentendo di proseguire in maniera sistematica sia contro il commercio abusivo, sia a tutela del decoro della città contro bivacchi, vagabondaggi, schiamazzi, questuanti…”.

Polemico invece il sindaco di Pietra Ligure, esclusa dai finanziamenti per un soffio: clicca qui

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.