IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, rapinano due minorenni sul lungomare: arrestati dai carabinieri

A suon di pugni hanno costretto i ragazzi a consegnar loro portafogli, cellulari e chiavi di casa

Più informazioni su

Loano. “Svuotate le tasche sennò vi ammazziamo, dateci tutto quello che avete”. Sono le parole pronunciate da un albanese, H.C., di 21 anni, residente a Borghetto Santo Spirito, e un marocchino, S.K., di 32, senza fissa dimora, entrambi con problemi di giustizia alle spalle, che la scorsa notte intorno alle 2 del mattino, dopo aver avvicinato ed aggredito a suon di pugni due minorenni, li hanno rapinati riuscendo a fuggire con i loro portafogli, cellulari e addirittura le chiavi di casa di una delle due vittime.

Ad individuarli sono stati i carabinieri della Stazione di Borghetto Santo Spirito, primi ad arrivare sul posto: i militari, dopo aver ottenuto la descrizione dei due rapinatori dalle vittime, si sono messi subito sulle loro tracce riuscendo a rintracciarli sull’Aurelia, nella zona di via Pontassi, non distante dal luogo del crimine.

Nel corso della perquisizione sull’albanese, H.C., oltre alla refurtiva (già restituita dai carabinieri alle vittime), sono state trovate anche delle dosi di cocaina: per questo dovrà rispondere anche di detenzione ai fini di spaccio oltre che di rapina aggravata in concorso.

Nel corso della mattina sono state avviate le perquisizioni domiciliari e ulteriori accertamenti sul conto dei malviventi: l’obiettivo è trovare le prove per attribuire loro la responsabilità di alcune analoghe rapine (sempre commesse a danno di minorenni) nel corso dell’estate ad Albenga, Ceriale, Borghetto Santo Spirito, Pietra Ligure e Finale. Il modus operandi e la tipologia di vittima prescelta dai rapinatori, infatti, sembrerebbero identici, con i rapinatori che solitamente agiscono senza armi o coltelli, preferendo aggredire con calci e pugni le loro “prede”.

Nel frattempo i minori, in presenza dei rispettivi genitori, hanno formalizzato in mattinata le denunce presso la caserma Carabinieri di Borghetto Santo Spirito, riconoscendo senza dubbio i loro aguzzini. Gli autori della rapina, su disposizione del pm Vincenzo Carusi, sono stati rinchiusi nel carcere di Imperia e sabato mattina saranno interrogati dal gip Alessia Ceccardi per la convalida di arresto.

“Il dispositivo notturno dei Carabinieri su tutto il territorio della Compagnia di Albenga era stato rinforzato di recente proprio per contrastare furti e reati come questo” fanno sapere dal comando.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.