IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incendi boschivi, Enpa: “Una catastrofe anche per gli animali”

E' stato proclamato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi in tutta la regione Liguria

Liguria. “Gli incendi boschivi sono una catastrofe anche animale”. Lo sottolinea Enpa Savona, che ricorda che “è stato proclamato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi in tutta la regione Liguria. Il decreto del dirigente del settore politiche della montagna e della fauna selvatica numero 589 del 2 agosto 2018 prevede il divieto di accendere qualsiasi tipo di fuoco, sia pirotecnici, sia per l’abbruciamento di materiale vegetale, come residui di potature, nonché l’utilizzo di mezzi che possono provocare scintille e attivare combustioni a partire da sabato 4 agosto e fino a cessazione dello stesso. Inoltre è stata sospesa ogni deroga relativa alla combustione di residui vegetali e forestali. Il Centro di Agrometeorologia Applicata Regionale della Liguria invita a prestare la massima attenzione e a segnalare ogni piccolo focolaio al 112 evitando che si trasformi in un incendio”.

Ricordano dalla Protezione Animali: “In ogni ettaro muoiono, bruciati vivi o asfissiati, secondo un calcolo della Protezione Animali savonese, confermato dal corpo forestale dello stato (ora carabinieri forestali), almeno cinque milioni di insetti, da cinque a diecimila rettili ed uccelli e circa duecento mammiferi, i cui piccoli corpi sono quasi sempre distrutti e polverizzati dalle fiamme; e non se la passeranno molto bene, per lungo tempo, i superstiti che, fuggiti nelle aree vicine, si troveranno a competere con le popolazioni orginarie in ambienti che non conoscono, correndo seriamente il rischio di morire di fame”-

L’Enpa si augura che siano “al più presto attivati droni o sistemi satellitari di avvistamento degli incendi e si regolamenti l’accesso di auto e moto alle zone boschive, quantomeno durante il periodo di dichiarata grave pericolosità come l’attuale; un fuoristrada o un mezzo da motocross con una cattiva combustione ed una marmitta sporca possono essere, al di là dei casi di dolo, facile innesco della vegetazione secca ai margini delle strade di campagna; forse potrebbe essere utile rendere obbligatori filtri antifiamma sugli scappamenti”.

Invita infine chi ama gli animali alla vigilanza attiva e ad iscriversi alle squadre antincendio: “Un incendio non minaccia soltanto la vita umana e gli alberi ma è sempre un’autentica mattanza degli altri esseri viventi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.