IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elisoccorso, Paita interroga il ministro Salvini. I senatori leghisti: “Hai sbagliato Matteo, rivolgiti a Renzi”

"La dismissione del servizio di elisoccorso è un danno collaterale che chi governava a suo tempo non ha preso in considerazione"

Liguria. “Raffaella Paita ha sbagliato Matteo. Anziché interrogare il ministro Salvini, Paita interroghi l’ex premier Renzi riguardo alla revoca del servizio di elisoccorso dei vigili del fuoco con la Regione Liguria”. Lo dichiarano i senatori liguri della Lega Stefania Pucciarelli, Paolo Ripamonti, Francesco Bruzzone, in merito all’interrogazione parlamentare al ministro dell’interno Matteo Salvini presentata dalla deputata Raffaella Paita (Pd)

Nelle scorse ore la deputata Pd ha presentato al ministro un’interrogazione per conoscere i motivi per i quali è stata cancellata la convenzione in base alla quale il servizio di elisoccorso in Liguria è affidato ai vigili del fuoco: “Si tratta di un servizio che da 25 anni viene effettuato con importantissimi risultati in termini di capacità ed efficienza assicurando tempestività nei soccorsi – diceva Paita – La notizia come è ovvio ha suscitato preoccupazioni e anche una buona dose di strumentalizzazioni che di fatto creano disorientamento nella pubblica opinione”.

“Proprio per questo – dice ancora Paita – ho depositato un’interrogazione al ministero dell’interno e degli affari regionali, per sapere se quanto riportato corrisponde al vero e quali iniziative ove confermato intenda assumere il Governo al fine di scongiurare la cessazione di servizio e prolungarne invece la convenzione come avviene da anni assicurando alla Liguria il permanere dell’elisoccorso dei Vigili del fuoco. Il servizio deve essere rinnovato e potenziato, riconoscendone assolutamente l’indiscutibile valore nel sistema dei soccorsi”.

Oggi gli esponenti liguri del Carroccio replicano: “Se domandasse chiarimenti al suo ex segretario di partito, scoprirebbe che l’accorpamento dei forestali con l’Arma dei Carabinieri ha portato gravi problemi logistici ai quali stanno cercando di far fronte i vigili del fuoco. In quest’ottica, la dismissione del servizio di elisoccorso è un danno collaterale che chi governava a suo tempo non ha preso in considerazione. Oggi, con l’annuncio di nuove assunzioni nel corpo dei vigili del fuoco, il governo sta cercando di invertire la rotta, ma la revoca del servizio di elisoccorso pare debba essere annoverata tra i colpi di coda del disastroso governo a trazione Pd”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.