IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Magazine di IVG.it - La Quinta di Copertina

Due libri per… chi ama i gialli psicologici e chi ha voglia di dolcezza

"La quinta di copertina" è la rubrica per gli appassionati di lettura, ogni venerdì due libri consigliati da "La Compagnia dei Lettori"

Più informazioni su

La Compagnia dei Lettori è un gruppo nato allo scopo di leggere e parlare di libri condividendo emozioni e riflessioni scaturite da una passione comune. Si riunisce ogni primo martedì del mese alla Feltrinelli di Savona.

Chi desidera partecipare agli incontri, può scrivere a lacompagniadeilettori@gmail.com. In questa rubrica, ogni venerdì, verranno consigliati due libri ad altrettante “categorie” di lettori.

CONSIGLIATO A CHI AMA I GIALLI PSICOLOGICI NON TROPPO IMPEGNATIVI

TITOLO: La donna alla finestra

AUTORE: A.J.Finn (A.J. Finn ha scritto per il “Los Angeles Times”, il “Washington Post” e il supplemento letterario del “Times”. Originario di New York, Finn ha vissuto in Inghilterra  per dieci anni prima di tornare a casa.)

EDITORE:Mondadori

ANNO: 2018

PAGINE:360

PREZZO: 19.50 Euro

CITAZIONE: “Ma qual è il problema di quella casa? E’ il luogo in cui l’amore va a morire.”

TRAMA:  Anna Fox vive rinchiusa nella sua casa di New York e la sola idea di mettere piede fuori dalla porta rischia di provocarle un attacco di panico. Passa le sue giornate vagando da una stanza all’altra con un bicchiere di Pinot in mano, chattando con uomini sconosciuti, guardando vecchi film noir – la sua passione – e soprattutto… spiando i vicini con l’aiuto della sua Nikon D5500. Nel mirino ora ci sono i Russell, che da poco si sono trasferiti nella villetta al lato opposto del parco. Una madre, un padre e un ragazzino adolescente: la famiglia perfetta, quella che Anna rivorrebbe con sé. Una notte però alla finestra dei Russell, Anna assiste a qualcosa di terribile, qualcosa di così sconvolgente che sgretolerà il suo fragile equilibrio e metterà a nudo la verità che ha sepolto per mesi. Ma il giorno dopo un dubbio spaventoso si insinua nella sua mente: la scena che ha visto è reale o frutto della sua immaginazione? Qualcuno è davvero in pericolo o a terrorizzarla è solo la sua paranoia?

OPINIONE: A differenza dell’attenzione che gli autori di thriller generalmente indirizzano sul delitto e la relativa indagine, Finn studia la mente umana e ciò a cui può realmente arrivare ad architettare. Anche se parte a rilento e acquista un’ identità un po’ tardi, la storia non cade nel banale e resta in piedi egregiamente grazie alla penna dell’autore che mantiene vive le scene senza cadere mai nel banale. Per essere un’opera prima merita gli elogi della critica, nonostante ci siano delle parti che andrebbero rivisitate in quanto leggermente surreali. Durante la narrazione vengono inseriti tanti forse troppi riferimenti cinematografici che rallentano l’intreccio della storia. Nonostante qualche accorgimento resta un libro stimolante.

—————

CONSIGLIATO A CHI HA VOGLIA DI DOLCEZZA

TITOLO: La locanda dei ricordi d’estate

AUTORE: Marissa Stapley(Marissa Stapley è giornalista e autrice di romanzi di successo. Scrive di libri e spettacoli su The Globe and Mail e sul Toronto Star. Vive a Toronto con la famiglia. La locanda dei ricordi d’estate, già bestseller in Nord America e Germania, è in corso di pubblicazione in otto Paesi. www.marissastapley.com)

EDITORE:Sperling&Kupfer

ANNO: 2018

PAGINE:282

PREZZO: 17.90 Euro

CITAZIONE: “Così è la vita. Bisogna viverla, coglierne la bellezza, concentrarsi sulle cose che contano davvero, come imparare a dire a chi ami quanto sia importante per te. E assicurarti che il fiume scorra sempre nella direzione giusta, portando con sé il tuo passato, presente e futuro, e fondendoli insieme in un unico, miracoloso istante, che continuerà a esistere per sempre.”

TRAMA: Ci sono luoghi che hanno il potere di curare ogni ferita. Per Mae, quel luogo si chiama Alexandria Bay, la cittadina a nord di New York dove è cresciuta insieme ai nonni, che da sessant’anni mandano avanti con passione Summers’ Inn, la locanda sul fiume. Lì sono di casa le sue memorie più care: il primo amore, il calore della famiglia, i pochi ricordi della mamma – con quei suoi consigli su «cosa fare quando fuori piove», quasi perle di saggezza per affrontare le piccole delusioni della vita. Ed è proprio lì, quindi, che Mae si rifugia il giorno in cui scopre che il suo futuro marito è sparito nel nulla, lasciando in bancarotta lei e tutti gli amici che avevano investito nella loro società. Ma le cose non sono più come prima. O forse è Mae a vederle sotto una luce diversa, adulta. Alla locanda, la nonna sta perdendo la lucidità di un tempo; sembra vivere in un passato di cui ricorda nitidamente ogni dettaglio e dal quale emerge all’improvviso, senza filtri, una rivelazione sconvolgente. In città, intanto, un incontro fortuito con Gabe, il suo primo grande amore, costringe Mae ad affrontare una volta per tutte la verità sulla fine della loro storia. Davanti a lei ci sono i segreti di una vita intera: un labirinto oscuro che dovrà attraversare se vorrà ritrovare la felicità per sé e la sua famiglia. Perché, se è vero che la casa è dove ti porta il cuore, a volte quel cuore ha bisogno di amore, perdono e buona volontà per rimettere insieme tutti i pezzi perduti per strada.

OPINIONE: Una storia leggera da portarsi a spiaggia, “La locanda dei ricordi d’estate” è stato scritto in maniera semplice e leggera e la scrittrice ci porta in una storia di segreti e problemi familiari, di mezze verità e fughe che faranno capire però che la casa è dove ti porta il cuore se si vuole ritrovare la serenità e felicità tanto desiderata. Anche se il finale è scontato, la descrizione dei paesaggi e dei personaggi è molto bella, ci si riesce ad immedesimare nelle loro storia e ad immaginare lo svolgimento della situazione senza troppa fatica.

“La quinta di copertina” è la rubrica per gli appassionati di lettura, ogni venerdì due libri consigliati da “La Compagnia dei Lettori”: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.