IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Crollo Ponte Morandi, pronti nuovi alloggi per gli sfollati: la società Autostrade pagherà l’arredo

Entro il 3 settembre consegnati 44 alloggi pubblici, oltre 350 complessivi entro fine novembre

Più informazioni su

Genova. Novità in arrivo per gli “sfollati” del ponte Morandi. Entro questa settimana saranno consegnati undici alloggi a San Biagio: cinque alloggi consegnati oggi, altri sei alloggi entro domenica 26 agosto.

Entro 3 settembre saranno assegnate altre 33 case: diciotto alloggi situati (tra Voltri, Pegli, Bolzaneto, Molassana, Cornigliano, Sampierdarena), sei alloggi in zona San Biagio (ora in fase di ristrutturazione), nove alloggi in zone diverse della città (sei in piazzale Adriatico). Entro fine settembre saranno disponibili altri 60 alloggi (ora in fase di ristrutturazione), entro fine ottobre altri 100 alloggi (ora in fase di ristrutturazione) ed entro fine novembre gli ultimi 150 alloggi (ora in fase di ristrutturazione).

Entro fine settembre Cassa Depositi e Prestiti metterà a disposizione una palazzina di 40 alloggi già arredati a Quarto. Data l’impossibilità per motivi di sicurezza di accedere agli alloggi situati in zona rossa per effettuare i traslochi, Regione Liguria e Comune di Genova hanno raggiunto un accordo con Autostrade per l’Italia che provvederà al pagamento dell’arredo fino ad un massimo di 10 mila euro attraverso due modalità: in anticipo (presentando il contratto di affitto o il documento di assegnazione dell’alloggio pubblico) oppure con rimborso a piè di lista.

Da questa sera, chi non volesse attendere l’assegnazione dell’alloggio pubblico, in base all’ordinanza nazionale di protezione civile può provvedere autonomamente ad affittare un alloggio, chiedendo un contributo fino ad un massimo di 900 euro mensili. Anche in questo caso, si può chiedere il contributo (in anticipo o rimborso a piè di lista) per l’acquisto dell’arredo presentando il contratto di affitto sottoscritto.

Arte (la Regione) e il Comune di Genova hanno attivato due sportelli di informazione: uno al centro civico Buranello, l’altro al Point di Certosa (da domani, martedì 21 agosto, in via Valter Fillak 188, in prossimità del circolo Amici di Certosa). Nei due punti informativi saranno presenti anche tecnici di protezione civile (per informazioni relative al contributo fino a 900 euro mensili per l’autosistemazione in affitto) e personale dedicato per la procedura relativa al rimborso degli arredi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.