IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Campionati europei: Linda Cerruti terza nel preliminare del libero

Martedì 7 agosto disputerà la finale. Giallombardo: "Lo ha interpretato molto bene ma ci sono ancora margini di miglioramento"

Savona. Avvolta nel suo costume bianco Linda Cerruti è terza nel preliminare della routine free del singolo. Riceve 91.3000 punti e guarda alla finale di martedì 7 agosto con grande fiducia. Esercizio completamente nuovo rispetto a quello con il quale dodici mesi fa a Budapest si è classificata quinta davanti alla canadese Simoneau, superata in finale. Nuova la musica trip-hop con sfumature elettroniche, nuova la coreografa di Gana Maximova e maggiore il coefficente di difficiltà delle figure.

I punti sono ben suddivisi tra esecuzione (27.2000), impressione artistica (36.4000) e difficoltà (27.7000). I voti più alti ricevuti dai giudici sono due 9.3 per la difficoltà e il più basso un 8.7 nell’impressione. Davanti a se Svetlana Kolesnichenko e Yelyzaveta Yakhno, alle sue spalle (staccata di due punti) la spagnola Iris Tio Casas, che raccoglie la pesante eredità di Ona Carbonell. “Buona la prima”, dicono dallo staff e ricevono i complimenti anche dagli altri allenatori. “Lo ha interpretato molto bene ma ci sono ancora margini di miglioramento – spiega il direttore tecnico Patrizia Giallombardo che cura il singolo insieme al tecnico federale Yumiko Tomomatsu – La prima parte l’ha sporcata un po’, dopo si è ripresa benissimo ed a chiuso in crescendo. Anche il punteggio è bello per essere al preliminare e in finale potrà fare ancora meglio“.

Apre la competizione la campionessa del mondo Svetlana Kolesnichenko che a Budapest 2017 ha vinto il free con 96.1333 e venerdì scorso si è laureata campionessa d’Europa nel duet tech, in coppia con Varvara Subbotina (che nel singolo le fa da riserva). Svetlana Kolesnichenko, che ha ricevuto il testimone da Natalia Ishchenko, d’oro a Londra 2016, con 95.5333 ottiene lo stesso punteggio che aveva ricevuto nel preliminare mondiale (95.5000) ed anche questa volta incanta il pubblico con la sua eleganza e le movenze sinuose che ne esaltano la grazia. Il sorriso incorniciato dal rossetto, la pelle bianco latte, lo smalto rosso sangue che colora le unghie dei piedi. Si presenta al pubblico come un’amazzone nordica, stende l’arco e scocca la sua freccia verso l’orizzonte. Torna principessa ed esce dall’acqua vincitrice.

Chiude il preliminare Linda Cerruti, l’unica in gara a Glasgow delle tre sul podio di Londra 2016 (Russia e Ucraina hanno cambiato solista) che si esibisce sulle note di “Angel” del gruppo britannico Massive Attack con la coreografia di Gana Maximova. Angel, pubblicato nel 1998, è un brano trip-hop con elementi di rock elettronico. AllMusic lo descrive come “il brano probabilmente più oscuro e più heavy del gruppo”. Il ritmo è lento e profondo e le chitarre (che richiamano i primi Cure) sono accompagnate da una linea di basso pesante ammorbidita da una voce soave. Linda ci nuota dentro assorbendone l’energia e riproducendola con la stessa forza mostrata nelle gare precedenti: in simbiosi con Costanza Ferro nel doppio e leader nella squadra. “Ormai è grande e abbastanza esperta per non farsi condizionare dall’ordine di apparizione – commenta Giallombardo – Si è preparata, ha proseguito il riscaldamento e nell’attesa abbiamo rianalizzato l’esercizio”.

L’Ucraina Yelyzaveta Yakhno – già argento nel duet women e con il team free – si esibisce prima dell’azzurra. Nel singolo ha sostituito Anna Voloshyna che a Budapest 2017 aveva conquistato la medaglia di bronzo. Con l’assenza della spagnola vicecampionessa mondiale Ona Carbonell (sostituita a sua volta da Iris Tio Casas) si candida come principale antagonista della russa. Stamattina guadagna 92.9333 punti che valgono la seconda posizione della classifica provvisoria.

La finale della routine free è prevista martedì 7 agosto alle 13 ora locale, le 14 in Italia. Sarà l’ultimo giorno degli europei di nuoto sincronizzato a Glasgow.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.