IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Borghetto, annullato l’evento di Street Food di fine estate. Gli organizzatori: “Beffati dalla Street Gang Aps”

“Ci hanno comunicato all’ultimo che non si presenteranno. Abbiamo deciso di agire per vie legali”

Borghetto. Dalla festa alla battaglia legale, con tanto di richiesta di risarcimento danni, il “passo” appare più breve del previsto. Si potrebbe riassumere così la vicenda che vede coinvolte l’associazione “Vivi Borghetto” e la “Street Gang Aps” di Rivalta (Torino) e che ha portato all’annullamento dell’atteso evento di Street Food di fine estate (in programma dal 31 agosto al 2 settembre).

Street Food Borghetto annullata

“È con grande dispiacere, ma soprattutto rabbia, che l’associazione è costretta ad annunciare l’annullamento del tanto atteso Street Food di fine estate, – ha spiegato la segretaria di “Vivi Borghetto” Carolina Bongiorni. – Sono davvero delusa e amareggiata, abbiamo dedicato molto impegno e profuso molte energie per organizzare un evento importante e di richiamo che avrebbe dovuto chiudere la stagione estiva borghettina rappresentando un simbolico arrivederci ai turisti che anche quest’anno sono venuti a trascorrere le loro vacanze qui da noi”.

“E invece dopo aver meticolosamente programmato tutto, dalle band musicali ai wc chimici, dopo aver espletato tutte le incombenze autorizzative, siamo stati beffati dalla Street Gang Aps di Rivalta che, dopo aver addirittura affisso i manifesti (non solo a Borghetto ma anche nei comuni limitrofi), ha comunicato che non si presenterà. Avevamo deciso di affidarci alla Street Gang perché ci era piaciuta sia la qualità gastronomica sia l’estetica folkloristica dei truck che avevamo avuto modo di verificare durante la loro recente presenza nel porto Poseidon”.

“Ovviamente siamo rimasti spiazzati da questo incomprensibile atteggiamento e abbiamo deciso di tutelarci legalmente inviando formale intimazione ad adempiere agli obblighi contrattuali assunti. Purtroppo non abbiamo ricevuto alcun riscontro. Noi continueremo nella richiesta di risarcimento dei danni subiti ma questo, purtroppo, non cambia la situazione di fatto e di questo ce ne scusiamo”.

“Volevamo regalare 3 giorni di festa, nel pieno centro del paese, con musica, divertimenti e buona cucina ma il mancato rispetto degli accordi da parte di Street Gang ce lo ha impedito. Siamo rammaricati per quanto accaduto, anche se non dipende dalla nostra associazione ci sentiamo comunque responsabili verso i cittadini, i turisti, l’amministrazione del Comune e gli artisti che avrebbero preso parte a tale iniziativa: Alessandra Angelucci, Matteo di Radioclash, Marcello D’Orsi e Alessandro Lamberti”.

“Siamo a ringraziare, per la stretta collaborazione e sostegno il sindaco Giancarlo Canepa, l’assessore Cinzia Vacca, il comandante della polizia municipale Enrico Tabò, l’associazione Anta, con la quale avevamo anche concordato di lasciare loro lo spazio domenica pomeriggio per poter fare la gara di torte. Purtroppo è andata così e anche se ritengo che non ci sia nulla che avremmo potuto fare di diverso se non riporre la ns. fiducia in persone migliori, rimane a tutti in bocca l’amaro sapore della delusione”, hanno concluso da “Vivi Borghetto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.