IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bergeggi: boom della raccolta differenziata anche in estate

La soddisfazione del sindaco Roberto Arboscello: "Il nuovo sistema funziona"

Bergeggi. Continua a dare ottimi risultati, in termini di percentuale di raccolta differenziata, la nuova modalità di conferimento messa a punto dall’amministrazione del sindaco Arboscello, che ha preso il via con l’inizio del 2018.

Gli ultimi dati confermano infatti, nonostante l’impegnativo banco di prova della prima stagione estiva con tale modalità, percentuali di differenziato ben superiori al limite minimo fissato dalla legge, con un 76,30% a giugno e con un 77,27% a luglio, poco distanti dalle percentuali leggermente superiori all’80% dei mesi invernali, periodo in cui il piccolo borgo si svuota dei turisti e dei proprietari di seconde case.

Il nuovo metodo di raccolta, che ricordiamo prevede un sistema misto porta a porta e di prossimità ad accesso controllato, sembra quindi ottenere i risultati sperati, nonostante le difficoltà che incontrano i comuni a valenza turistica, come Bergeggi, che passa da circa 1.100 abitanti in inverno a oltre 8.000 persone durante il periodo estivo.

Soddisfatto il sindaco Arboscello: “Il merito dei risultati va soprattutto ai cittadini che con grande spirito collaborativo, prendendo atto degli obblighi di legge ma anche mostrando un senso di responsabilità e civiltà, si sono adeguati al nuovo sistema, sovrastando con la loro diligenza il comportamento incivile di poche persone che, magari frequentando il nostro paese per un breve periodo, ha deciso di non adeguarsi”.

Effettivamente durante il periodo estivo qualche problema si è verificato, con conferimenti impropri che oltre a essere negativi dal punto di vista estetico hanno creato problemi per la contemporanea presenza di animali selvatici (cinghiali e daini).

“E’ necessario fare anche i complimenti a Sat che ad ogni segnalazione nostra e dei cittadini è intervenuta prontamente per ripristinare una situazione decorosa. Tali eccezioni sono state numericamente irrilevanti anche se estremamente fastidiose dal punto di vista estetico. A mio modo di vedere è una mancanza di rispetto per tutti quelli che diligentemente e per tutto l’anno conferiscono i rifiuti nelle modalità stabilite” continua Arboscello.

Ora si guarda al futuro, per mantenere le percentuali ottenute o addirittura per aumentarle.

“I risultati ottenuti sono ottimi e trovo doveroso girare i complimenti che sto ricevendo ai bergeggini. Sicuramente ci sono criticità da risolvere e qualche aspetto da modificare e migliorare. Penso ad esempio al numero di contenitori, che in alcune postazioni sono insufficienti per alcune frazioni mentre in altre sono sovradotati, e al sacchetto del residuo secco, il cui deposito al di fuori dei cassonetti crea problemi in zone in cui è alta la presenza di animali selvatici. Come tutte le novità anche questa va analizzata dopo un periodo di rodaggio e vanno apportate le necessarie modifiche. Direi che in linea generale il metodo funziona e anche bene, e i risultati si commentano da soli, anche in considerazione del fatto che con un lavoro e uno studio accurato siamo riusciti ad avviare il sistema di raccolta differenziata senza aumentare praticamente la tassa rifiuti, cosa del tutto anomala” conclude il sindaco di Bergeggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.