IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, il consiglio comunale “respinge” il Cie: la Lega si astiene foto

In apertura di seduta, il consigliere Nucera ha lasciato il gruppo misto: nuovo capogruppo, Liliane Plumeri

Più informazioni su

Albenga. Il consiglio comunale si compatta e dice “no” alla possibile apertura di un Cie, non solo in terra ingauna, ma sul territorio della provincia di Savona. E proprio questa “postilla”, inserita all’interno dell’ordine del giorno, ha fatto registrare il parere contrario della Lega albenganese, rappresentata dal segretario cittadino Cristina Porro.

“Io voto no all’apertura di un Cie ad Albenga, ma non vedo perchè il nostro consiglio comunale debba arrogarsi il diritto di decidere anche per gli altri comuni del savonese. Sono disposta a votare favorevolmente l’ordine del giorno, ma deve cambiare quella dicitura”, ha spiegato Porro.

Una “condizione” respinta però dalla maggioranza del sindaco Giorgio Cangiano, che ha portato dunque all’astensione della componente leghista dalla votazione alla quale hanno preso parte, votando favorevolmente, tutti i restanti componenti del consiglio.

Sul punto il sindaco Cangiano ha affermato: “L’ex caserma Piave, di proprietà della Cassa Depositi e Prestiti, deve essere una zona di rilancio e riqualificazione ove sorgeranno alberghi, centri turistici – ricettivi e residenze. Pensare di mettere un Cie in una zona centrale ed in una città che sta già affrontando varie problematiche di ordine pubblico ritengo sia profondamente sbagliato e per tale motivo questa ipotesi verrà fermamente contestata e contrastata dall’amministrazione comunale. Spiace l’astensione della Lega su un punto così importante per la Città.”

Critico il Pd: “Qual è la posizione della Lega Nord sul CIE ad Albenga? Ancora non la conosciamo, in quanto durante la discussione di ieri tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale hanno votato un ordine del giorno che dichiarava l’indisponibilità della città, di tutto il comprensorio e territorio provinciale ad accogliere un CIE all’interno della Caserma Piave. La Lega ieri sera in consiglio comunale si è astenuta. Si. Astenuta mentre tutte le altre forze politiche si sono dichiarate contrarie alla creazione di un CIE ad Albenga. Un ordine del giorno – è bene ricordarlo – frutto dell’incontro delle istituzioni con la cittadinanza il 30 di giugno, ma dove la Lega Nord era assente preferendo la festa di Pontida, ancorché l’evento fosse il giorno successivo. Forse per questo la Consigliera Porro non sa che c’è stata una presa di posizione congiunta da parte di tutti i sindaci intervenuti (chi non c’è ha sempre torto), forse si è astenuta perché non ha avuto abbastanza coraggio a votare contro i vertici regionali- che nella persona del capogruppo Senarega si era espressa a favore del CIE ad Albenga – o provinciali, che forse ambiscono (seppur legittimamente) ad ospitare un CIE nel proprio territorio. In politica i cavilli non sono sufficienti ad esprimere con forza la propria posizione. Ora la Consigliera dirà di non accettare insegnamenti dagli altri: ma cara Porro, dovresti preoccuparti di cosa pensano i cittadini albenganesi di questa scelta della Lega Nord ingauna di cui tu sei segretaria. Il fatto che anche ad Alassio la Lega si sia astenuta dimostra che c’è stato un ben preciso ordine di scuderia”.

In apertura di seduta, inoltre, il parlamentino ingauno ha registrato anche la decisione del consigliere Nucera, che ha lasciato il gruppo misto di cui era capogruppo per ricostruire la lista “Civica Ingauna”. Sarà dunque il consigliere Liliane Plumeri il nuovo capogruppo del gruppo misto.

“Continuerò a rappresentare il gruppo misto e proseguirò il mio impegno con una politica propositiva per dare un apporto costruttivo alla nostra Città”, ha dichiarato Plumeri.

Inoltre, nel corso della seduta, il consiglio albenganese ha respinto la mozione relativa ai centri salute presentata dalla minoranza in quanto la questione era già stata trattata in un precedente ordine del giorno e l’assessore Regionale Sonia Viale aveva rifiutato di presentarsi in Consiglio Comunale a chiarire la vicenda.

Il parlamentino ingauno, quindi, ha provveduto alla nomina del consiglio di amministrazione dell’Asilo Ester Siccardi confermando come presidente la signora Maria Rosa Dallerice e quali consiglieri Marco Ballabio, Tiziano Pollio e Nicola Podio e nominando quale nuovo componente la signora Maria Adele Balbo.

Sul punto il sindaco Cangiano ha ribadito il proprio ringraziamento per l’ottimo lavoro svolto ricordando che “i componenti nominati dal Comune per il consiglio di amministrazione Ester Siccardi, per l’Istituto Domenico Trincheri e per la Fondazione Oddi svolgono a titolo gratuito la loro funzione dimostrando grande attaccamento alla Città”.

Il consiglio ha poi approvato l’assestamento del bilancio che consentirà l’esecuzione di interventi di manutenzione straordinaria del patrimonio comunale, l’acquisto di attrezzature per la valorizzazione dei monumenti del centro storico, l’acquisto di un bagno pubblico autopulente di ultima generazione oltre allo svolgimento dell’evento del 10 agosto in cui verranno effettuati i fuochi d’artificio al mare, ci sarà uno spettacolo di cabaret di alto livello, verrà presentato il nuovo Marchio Turistico della città di Albenga (che vedrà protagonista la tartaruga Emys) e verrà consegnato un premio ad Antonio Ricci per la sua straordinaria carriera professionale e per quanto sta facendo per il rilancio turistico e per gli eventi della città.

Approvata all’unanimità anche una pratica molto rilevante a favore dei contribuenti in difficoltà proposta dall’assessore al Bilancio Paola Allaria mediante la quale è stato aumentato da 15mila a 50mila euro il limite oltre il quale è necessaria presentare una fidejussione in caso di richiesta di rateizzazione.

Nel consiglio comunale sono stati infine approvati: il Documento Unico di Programmazione 2019/2021 (D.U.P.) le modifiche ed integrazioni richieste dalla Regione Liguria rispetto al Progetto di Utilizzo delle aree Demaniali (P.U.D.) e le modifiche al regolamento dell’Ips e della Tpl.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.