IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Riqualificazione post-alluvione, minoranza all’attacco a Cisano: “Progetto non condiviso con i cittadini” foto

Piazzale Martinetto è stata il simbolo dei danni alluvionali nel comune dell'entroterra albenganese

Cisano sul Neva. Riflessioni e critiche da parte della minoranza consiliare di Cisano sul Neco sulla prossima riqualificazione del piazzale dell’ex distributore di Martinetto distrutto dall’alluvione nel novembre. “Già anticipata all’opinione pubblica sin da marzo del 2017, se da un lato potrà contribuire ad abbellire la zona dall’altro la progettualità pensata dall’amministrazione non deve far passare in secondo piano opere atte a potenziare servizi primari quali acquedotti e fognature, prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico” sottolinea il consigliere comunale Agostino Morchio.

“Considerato che, attraverso la convenzione urbanistica sottoscritta tra Comune ed impresa costruttrice, l’intervento da 60 mila euro sarà realizzato anche quale opera a scomputo per oneri di urbanizzazione dovuti per un’ operazione immobiliare di lottizzazione fatta in centro paese, avrei preferito una modalità di esecuzione differente e la realizzazione di opere diverse”.

“Se a bilancio 2018 per l’ampliamento del cimitero di Cenesi promesso dall’assessore Guido Rossi già nell’estate del 2015 e per il rifacimento dei carruggi (Vico del Fosso, Vico Dietro La Chiesa, Vicolo Inferiore e Superiore) si trovano centinaia di migliaia di euro, con la stessa volontà ed attenzione alle esigenze e ai bisogni dei territori ritengo si possono reperire anche fondi autonomi da impegnare a Martinetto per quanto di più opportuno per i cittadini”.

“Attraverso un costante dialogo con gli abitanti della zona ed un “sondaggio” realizzato da alcuni amici è emerso che a Martinetto il 49% vuole più parcheggi, il 30% più sicurezza e il 21% entrambi. Il progetto che e’ nelle intenzioni dell’amministrazione, tre parcheggi per auto, un filare di ulivi, un parapetto in ferro…, in attesa della definitiva approvazione da parte della giunta comunale, non mi pare invece andare nella direzione di quanto indicato dalla popolazione” aggiunge l’esponente della minoranza.

“Avvenuto senza il coinvolgimento dei cittadini e degli operatori commerciali organizzando ad esempio un’ assemblea pubblica quale momento di confronto per reperire proposte e suggerimenti attraverso l’ascolto e la condivisione di idee, avrei preferito un metodo più partecipato ed aperto per arrivare a definire la progettualità dell’area”.

“Sin dal mio insediamento in Consiglio comunale, facendomi invece portavoce delle istanze degli abitanti per Martinetto, ho richiesto mesi fa, tra l’altro, la sistemazione delle ringhiere lato fiume in Via Sant’ Apollonia, la messa in posa di tabelloni e plance per affiggere annunci ed avvisi alla cittadinanza e attraverso interrogazione specifica la rimozione dall’area ex Polveriere dei detriti post alluvione” conclude Morchio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.