IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, Forza Italia e Lega propongono una legge per la tutela e conservazione della “lingua ligure”

La proposta di legge istituisce anche la "Giornata della Liguria" il 9 giugno

Regione. E stato depositato martedì scorso il testo della nuova proposta di legge ad opera del capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza, del segretario del consiglio regionale, Claudio Muzio, dei Consiglieri della Lega Nord Liguria Paolo Ardenti e Alessandro Puggioni sulla promozione, tutela e conservazione della “Lingua Ligure” e delle sue varianti.

In origine le proproste di legge erano due, una per ciascun gruppo consiliare: si è deciso di unire i testi per addivenire a una soluzione “condivisa e di buonsenso”.

“Autonomia della Liguria significa anche tutela della cultura, tradizione, storia e Lingua Ligure. Non solo il nome in dialetto ‘Zena’ sui cartelli stradali di Genova, ma tutti nomi originari per le altre località della nostra regione – ha dichiarato Angelo Vaccarezza – L’Unesco ha infatti censito la Lingua Ligure iscrivendola nel ‘Red book of endangered languages’ ossia il libro Rosso Unesco delle Lingue in pericolo, e quindi vogliamo incoraggiarne l’uso, soprattutto tra i giovani. La nuova legge regionale istituisce la Giornata della Liguria che ricorre il 9 giugno di ogni anno (giorno in cui, nel 1162 a Pavia, Federico Barbarossa concesse a Genova il governo di tutta la Liguria)”.

“L’approvazione del testo di legge andrà anche a beneficio dei rapporti con le associazioni territoriali; verranno realizzati cartelli turistico-stradali che contengono i nomi originari di località, luoghi, vie, piazze ed edifici in aggiunta a quelli esistenti in italiano; vengono istituiti l’Elenco regionale degli accademici, ricercatori e associazioni di tutela e valorizzazione della Lingua Ligure, il Comitato di Promozione della Lingua Ligure costituito da tali soggetti e la Giornata della Liguria con ricorrenza il 9 giugno.
Indubbia la ricaduta nel settore turistico culturale, da sempre punta di diamante del sistema economico del territorio”.

“Una freccia in più nell’arco dell’offerta turistica della Liguria, frutto del lavoro sinergico di una squadra che continua il suo percorso di sviluppo e programmazione, unita e compatta”, conclude Vaccarezza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.