IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Ligure, polemica sul sottopasso del rio Ranzi: “Passerella pericolosa”. Il Comune: “Pronti a cambiarla” fotogallery

Il caso sollevato dopo alcune cadute con la minaccia di denunciare il Comune, la risposta del sindaco pietrese: pronta mozione della minoranza

Pietra Ligure. Due incidenti ad altrettante persone disabili accaduti dall’inizio dell’estate, con tanto di feroci proteste nei confronti del Comune: è successo lungo la passerella del sottopasso del rio Ranzi a Pietra Ligure, unica via di accesso alle spiagge nella zona del levante cittadino prima del lontano passaggio dall’altezza del Santa Corona.

Particolarmente difficile, con la passerella in legno, il transito delle persone disabili in carrozzina, tanto che si sono verificate due cadute. Ma non solo l’inadeguatezza del passaggio è al centro della polemica: spesso il transito risulta impossibile in quanto sommersa dall’acqua e dalla melma, suscitando reazioni negative da parte dei turisti e dei bagnanti.

“Altro che bandiera Lilla, per i disabili e le persone in carrozzina è uno schifo!” dice una delle signore protagoniste della protesta, che si è rivolta nei giorni scorsi al sindaco Dario Valeriani lamentando una situazione insostenibile per l’accessibilità e sopratutto la sicurezza nell’accesso al lido pietrese. Lei, assieme al coniuge, viene in vacanza a Pietra Ligure da oltre 50 anni, tutti e due rimasti “vittime” della passerella e pronti anche a denunciare l’amministrazione comunale.

“Ci sono state due persone disabili che hanno dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso a seguito delle cadute, questo non può accadere in un paese turistico” aggiunge. “Anche nella giornata di ieri il passaggio era di fatto impossibile, e quando lo è è pericoloso… Vergogna!”.

“A seguito degli incidenti abbiamo chiesto anche un incontro urgente al sindaco, siamo stati ricevuti, ma ad ora nulla. Siamo quasi a metà luglio e non vorremmo che questa situazione indecorosa e pericolosa si trascini ancora per tutta l’estate, magari anche ad agosto quando il flusso turistico sarà ancora maggiore” sottolinea ancora la signora che sta portando avanti la battaglia per la messa in sicurezza della passerella alla foce del rio Ranzi.

Oltre alla passerella, poi, da ieri sono salite anche le proteste per l’allagamento del sottopasso da parte di turisti e commercianti: per quanto riguarda il sottopasso inondato, che spesso rende impossibile il passaggio, il caso era già stato sollevato dalla minoranza in Consiglio comunale, riscontrando responsabilità nell’esecuzione dei lavori effettuati nella zona.

Sul problema è intervenuto direttamente lo stesso sindaco di Pietra Ligure Dario Valeriani, che ha ammesso il problema (dopo i due incidenti il Comune aveva provveduto a sistemare la passatoia con alcune fascette, lasciate tra l’altro rivolte verso l’alto…): “Siamo a conoscenza della questione e in relazione a quanto accaduto ci siamo subito attivati per ordinare una nuova passerella adatta alle esigenze di disabili e non…” dice il primo cittadino pietrese.

“E’ nostro interesse rendere l’accesso alla spiaggia migliore possibile – aggiunge -. Nel corso dell’ultima giunta comunale abbiamo approvato urgentemente un impegno di spesa per acquistare la nuova passatoia che spero arrivi in questi giorni, in modo da poterla sostituire e risolvere così la questione per la stagione estiva” conclude Valeriani.

Ma intanto l’opposizione consiliare pietrese annuncia battaglia se non ci sarà un rapido intervento del Comune: è già stata protocollata, infatti, una mozione che dovrebbe essere discussa nel prossimo Consiglio comunale, anche perché la situazione del rio Ranzi non ha mancato di suscitare polemiche e prese di posizione anche da parte di balneari, operatori della zona e commercianti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.