IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Garlenda, scatta l’ora “x”: al via il Meeting Internazionale Fiat 500 Club Italia foto

Tra i presenti: cinquecentisti da Germania, Olanda, Belgio, Francia, Inghilterra, Repubblica Ceca e Ungheria

Garlenda. L’ora “x” attesa da appassionati di motori e semplici curiosi è arrivata: domattina, alle 11, prenderà ufficialmente il via il Meeting Internazionale a Garlenda, dedicato al mitico cinquino d’Italia e organizzato dal Fiat 500 Club Italia. Ma, ad una manciata di ore, dallo “start” sono già tante le note di colore che hanno animato e animeranno il piccolo comune savonese nei prossimi giorni.

Tra coloro già presenti a Garlenda ci sono 500 arrivate dalla Germania, dall’Olanda, dal Belgio, dalla Francia, dall’Inghilterra, dalla Repubblica Ceca ed anche dall’Ungheria, ospite d’onore dell’edizione di quest’anno.

Istvàn Kozma, presidente del Fiat 500 Club Hungary e la moglie Zsuzsanna Ripcse sono appena giunti a Garlenda, avendo percorso ben 1.350 km con la loro giardiniera bianca. All’arrivo sono stati accolti da una delegazione del Fiat 500 Club Italia: Ugo Elio Giacobbe e Domenico Romano li hanno accompagnati al Museo, dove si è tenuta una piccola cerimonia informale di scambio di doni, alla presenza di altri cinquecentisti giunti oggi da più o meno lontano. Il presidente Stelio Yannoulis ha consegnato loro un gagliardetto di riconoscimento a dimostrazione dell’apprezzamento per una amicizia di lunga data che, grazie alla 500, abbatte le distanze geografiche.

Tra i presenti anche i cinquecentisti Lorena e Roberto Riccardi, giunti da Zurigo, fiduciario di Salerno Alfredo Galderisi con sua moglie, il fiduciario di Piacenza Lorenzo Achilli ed il socio Luciano Zunino.

Oltre ai doni Istavàn e Zsuzsanna hanno portato anche la rassegna stampa collezionata durante la loro prima visita a Garlenda, nel 1990 che è stata messa in esposizione nei locali della sede del Fiat 500 Club Italia.

Grazie a Collettivo Culturale Zerovolume,  Baseco Srl e al Gruppo Cartapestai Disperati, inoltre, è stata appositamente realizzata un’opera per accogliere i cinquecentisti all’ingresso di Garlenda. Un’enorme scritta “500”, che troneggia davanti alle dune del “Pop Park” ed è stata realizzata esclusivamente con materiali di recupero. L’installazione potrà essere utilizzata come punto fotografico Pic-point per uno scatto memorabile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.