IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Controlli nel cantiere dell’ex ortofrutticola di Albenga: la precisazione dell’impresa esecutrice di lavori fotogallery

Sul posto i militari della stazione di Albenga e dai carabinieri forestali

Albenga. In merito all’operazione condotta questa mattina dai militari della stazione di Albenga e dai carabinieri forestali all’interno del cantiere dell’ex Ortofrutticola di via Dalmazia, riceviamo e pubblichiamo la seguente comunicazione da parte di Elena Barberis, amministratore delegato della “Franco Barberis Impresa Costruzioni Spa”.

Abbiamo appreso dall’articolo pubblicato da IVG in mattinata ore 10,31 (successivamente ripreso da diverse altre testate on Line), con il seguente titolo: “Blitz contro lavoro nero e smaltimento rifiuti nel cantiere dell’ex-Ortofrutticola”, che sarebbero emerse, in occasione della verifica ispettiva da parte dei Carabinieri, della Forestale e dell’Ispettorato del Lavoro, delle presunte contestazioni in merito alla presenza di lavoratori in nero e all’irregolare smaltimento dei rifiuti prodotti dalla attività edilizia della nostra Impresa.

Come si evince dai verbali degli enti che hanno effettuato il sopralluogo, quanto riportato nell’articolo non corrisponde al vero, peraltro si segnala che la verifica ispettiva in oggetto è stata una  semplice ispezione di routine dove non sono emerse le irregolarità da Voi prospettate ma unicamente tre violazioni della normativa sulla sicurezza correlate alle attività in corso (e cioè la mancanza di un percorso pedonale interno al cantiere, un pozzetto aperto, e alcuni ferri che affioravano dal terreno da rimuovere), si segnala che il cantiere non è stato in alcun modo sequestrato  ma che è stato unicamente prescritto che, prima di procedere alla prosecuzione delle lavorazioni, si proceda a mettere in atto le prescrizioni richieste di cui sopra, consistenti unicamente nella realizzazione di un percorso pedonale, della chiusura del pozzetto e della rimozione dei ferri sporgenti dal terreno.

Una volta eseguite queste prescrizioni, alle quali si prevede di ottemperare entro la giornata di lunedì prossimo, sarà possibile procedere con le lavorazioni.

Si ribadisce che nessuno degli operai operanti in cantiere è risultato essere un lavoratore in nero, ma che sono tutti operai regolarmente assunti e alle dipendenze di imprese che come previsto dalle norme in vigore sono state preventivamente notificate all’Ispettorato del Lavoro e all’ASL.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.