IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantera Torre de Leon: un’esperienza indimenticabile

Lo speciale Settore Giovanile del ct Vaniglia

“I ricordi battono dentro di noi come un secondo cuore” chiosava John Banville ed è proprio così. Sono forse l’unico paradiso da cui un ragazzo, viva Iddio, non può essere scacciato. Questo affascina sempre più le next generation, generazioni di fenomeni a cui ci si lega solo se si è rimasti giovani “dentro”.

Questa è la filosofia insita nel progetto aggregativo di tipo turistico/sportivo proposto dall’Asr Cantera, un sodalizio fresco ed innovativo che sta ottenendo un successo esponenziale. In una era iper tecnologica in cui si assiste allo sfacelo degli enti preposti alla formazione, c’è fortunatamente ancora nella società civile chi ha il coraggio di accollarsi l’onere e la responsabilità di inventare e costruire nuove appartenenze. Si parte dalla condivisione degli obiettivi.

All’interno della Cantera (il ricchissimo e variegato organigramma ne é il biglietto da visita) non siamo amici solo perché ad esempio come spesso accade si frequenta lo stesso ambito, ma perché ci si stima, ci si vuole bene e perché prevale il sentimento del fare quello che ci piace su quello che si deve fare. La nostra comunità in biancorosso (i colori della provincia e della città di Savona) non è come quella degli aerei e dei treni, dove i sedili sono posizionati in maniera che ci si trovi raramente faccia a faccia. Diversamente ti guarda negli occhi e ti parla al cuore. Al suo interno ti senti una risorsa preziosa, un bene di valore inestimabile.

Ecco allora spiegato il motivo del suo rinnovarsi, del suo migliorarsi nel tempo. La mission principale della super premiata associazione sportiva/culturale/ricreativa continua ad essere quella di esportare, donandole lustro e visibilità, l’immagine del talento calcistico giovanile di Savona città e dell’intera nostra amata provincia in chiave europea.

Grazie alla collaborazione con la Barcelonista Sporturismo LTD e la Federacio Catalana de Futbol questo è via via diventato possibile incoraggiato dalla ns amministrazione pubblica, dalla Libertas, dal Coni e soprattutto dalle società e dagli splendidi genitori che numerosi ci seguono con simpatia ed affetto. un progetto aggregativo/turistico confezionato a regola d’arte che consente di vivere appassionanti istanti di condivisione, momenti irripetibili ed unici al servizio dei giovani.

La parata festosa per le vie cittadine di Pinar, la stupenda cerimonia di inaugurazione con l’esecuzione di tutti gli inni nazionali, il sorteggio dei gadget promozionali, la gara d’apertura, il commovente clima “all together”, la location alberghiera, la possibilità di escursioni guidate durante il tempo libero, il gran galà di chiusura con la consegna di coppe e premi e gli imperdibili fuochi d’artificio, la giornata a Barcellona per lo shopping nelle rambla e la straordinaria visione del Camp Nou. E ancora il Water Sports Centre di Calella, il parco avventura Natura Attiva, la Noche Medieval con i cavalieri in costume, lo show di Flamenco, il parco acquatico Water World con le sue fantastiche piscine e scivoli.

Ecco in sintesi la rappresentazione del mondo Cantera. Ecco la ragione del suo continuo inarrestabile, sbalorditivo successo. Se vivete il calcio ed amate il divertimento puro scegliete Cantera Torre de Leon, premiate la sua bellezza infinita. Per chi vuol vivere una vacanza ideale, per chi possiede un cuore pronto ad innamorarsi, per chi cerca un senso di appartenenza ed una identità forte che ti coinvolga, per chi ha voglia di misurarsi e di competere, per chi vuole esercitare il legittimo diritto di inseguire un sogno in piena libertà.

Con gli auguri di una serena estate il comitato organizzatore nel dare appuntamento alla già programmata stagione estiva 2019 si congeda dai suoi meravigliosi teenagers attraverso le parole pronunciate nel discorso del Santo Padre Francesco in occasione del suo viaggio apostolico a Cuba nel settembre 2015: “Sognate grandi cose ragazzi. Sognate che con voi il mondo può essere diverso. Se voi date il meglio di voi stessi aiutate il mondo a essere diverso. Non dimenticare, sognate. Le persone hanno due occhi, uno di carne e uno di vetro. Con l’occhio di carne vediamo quello che guardiamo. Con l’occhio di vetro vediamo ciò che sogniamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.