IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Ciangherotti ancora all’attacco: “Museo navale non completamente accessibile per i croceristi”

Ecco le parole del consigliere di minoranza albenganese sul caso di Palazzo Peloso Cepolla

Albenga. “Leggevo, pochi giorni fa, che Costa Crociere ha realizzato uno splendido video promozionale su Albenga, video che viene proiettato sulle navi da crociera per far conoscere la città in vista delle visite settimanali che i croceristi effettuano ad Albenga. Mi ha anche colpito il dato fornito dai manager della compagnia crocieristica: 3 mila persone, provenienti da tutto il mondo, hanno visitato in un anno Albenga. Pensavo, chissà quanti di loro hanno visitato il Museo Navale, gestito dalla famiglia Costa attraverso l’Istituto internazionale di studi liguri, e subito dopo mi ha assalito lo sconforto: credo nessuno, visto il numero di visitatori che riesce ad accedere al Museo”.

Così Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale ad Albenga e consigliere provinciale, che torna all’attacco dopo che il sindaco Cangiano avrebbe stoppato il sopralluogo odierno chiesto dalla minoranza consiliare per visitare tutte le stanze di Palazzo Peloso Cepolla, rinviandolo alla prossima settimana “e con limitazioni di accesso ancora poco chiare” dice l’esponente della minoranza.

“Di fatto, i visitatori, pur pagando un biglietto di ingresso, possono accedere solo ad una sala dove sono custodite le anfore romane, mentre le sale dove si trovano il museo preistorico e i vasi dell’antica farmacia comunale sono sotto chiave, nell’unica disponibilità della famiglia dell’Avvocato Cosimo Costa, presidente dell’Istituto Studi Liguri dal 1977″ spiega Ciangherotti.

“I crocieristi della Costa si devono accontentare, dunque, di visitare il Museo della Fionda, ovvero la cantina dei Fieui dei caruggi, ormai unico ufficio turistico ad Albenga. Mi viene da dire che Costa, nel senso di famiglia, non ama Costa, nel senso di turisti che arrivano ad Albenga. Mi chiedo perché il sindaco e, soprattutto, l’assessore al Turismo Passino non intervengano per far cambiare rotta alla gestione del Museo navale, gioiello nascosto della nostra città e risorsa turistica. Di certo lo faremo noi il prossimo anno, quando il centrodestra vincerà le elezioni e potremo guidare Albenga verso il rilancio” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.