IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga 2019, Distilo si fa avanti: “Il centro destra si ricompatti e scelga qualcuno che rappresenti i cittadini”

L'ex assessore della giunta Guarnieri è pronto a tornare in campo (dopo averci provato anche a Ceriale)

Più informazioni su

Albenga. Se non è un’autocandidatura, poco ci manca. A meno di un anno dalla tornata elettorale della primavera del prossimo anno, l’ex assessore della giunta Guarnieri Diego Distilo si fa avanti e si rende disponibile a partecipare nuovamente alla tornata elettorale (dopo averci provato anche quest’anno a Ceriale, tra le fila della lista di Nicolangelo D’Acunto).

“Il prossimo anno si voterà per scegliere il sindaco della città di Albenga – ricorda Distilo – e sono usciti i primi nomi su chi possa ambire a tale poltrona. Personalmente credo che Albenga abbia bisogno di persone più vicine alla gente comune ovvero agli operai, ai disoccupati e a tutte quelle famiglie che mensilmente hanno qualche mal di pancia oltre a capire il problema legato agli imprenditori troppo spesso penalizzati dalla burocrazia comunale. Come può un politico risolvere i problemi ‘veri’ dei cittadini se i problemi non li ha mai avuti? Come può un amministratore creare lo sviluppo economico e sociale di una città se non conosce davvero le realtà stesse della città che dovrebbe amministrare? Io credo che la prossima amministrazione ingauna debba essere capitanata e avere al suo interno personalità che conoscono e vivono i problemi delle persone ma che sopratutto hanno le idee chiare per risolverli”.

“Per questo ormai da tempo, seguendo il modello del governo italiano, guidato dal Movimento 5 Stelle e Lega Nord, con alcuni amici abbiamo approfondito come Albenga dovrà svilupparsi nei prossimi anni e sopratutto gli obbiettivi che dovrà prefiggersi. Il primo obbiettivo è sicuramente il lavoro, ovvero dovremmo occuparci di creare una società pubblica, magari consorziata con gli altri comuni confinati, per fare le manutenzioni quotidiane cittadine occupando over 50 disoccupati e ragazzi affinchè Albenga venga curata con il cuore dagli albenganesi non da ditte che arrivano da altre regioni. Un altro obbiettivo importante e il ri-appropriarsi del nostro ospedale ovvero dovremmo battagliare con regione e stato per far si che Albenga Abbia nuovamente l’ospedale pubblico funzionante”.

“Dovremmo occuparci del ciclo integrato delle acque è impensabile che oggi si stia creando un collegamento con borghetto senza sapere realmente se i reflui potranno andarci o se si dovrà optare per un altra struttura che preveda la depurazione di albenga e dei comuni dell’entroterra con un depuratore autonomo (cosi come era previsto a Villanova) Altresi dovremmo occuparci del problema acqua cercando di impedire che Albenga porti la sua acqua nell’imperiese senza che i cittadini ingauni siano garantiti che l’acqua non mancherà mai e che la loro tariffa sara quasi nulla

Il PUC dovrà immediatamente essere rivisionato creando un nuovo water-front su viale Che Guevara affinchè i primi 100 metri di terra per la lunghezza di circa 3 chilometri divengano turistico ricettivi tale modifiche permetteranno di realizzare nuovi pennelli (moli) affinché con le correnti marine la sabbia si posizionerà davanti agli scogli creando nuove spiagge per gli ingauni, perché no, un molo modello Ceriale”.

“La sicurezza dovrà essere curata con forze dell’ordine e le nuove associazioni di volontariato di controllo cambiano la turnazione dei nostri circa 50 vigili urbani i quali saranno impiegati nella maggior parte per le strade e nelle ore notturne. Infine pensando anche un po al divertimento a campochiesa nella vasta zona agricola abbandonata e non coltivata nascerà il primo parco divertimento stile gardaland cercando investitori privati del settore”.

E parlando della propria collocazione, Distilo precisa la propria eventuale “appartenenza ad un’amministrazione civica di centro-destra” e ribadisce: “Io sono pronto ad accogliere tale sfida e se non si troverà unità d’intenti da solo con tutti gli amici che mi seguono da anni mi occuperò del bene della città. Questa volta sono pronto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.