IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio Salute, vertice con la Asl 2: i sindaci chiedono l’intervento della Regione

Sul tavolo il problema del mantenimento dei servizi del centro sanitario: resta il clima di incertezza

Alassio/Laigueglia. La ricerca di una intesa diretta con la Regione, per questo è stato chiesto un incontro urgente all’assessore regionale Sonia Viale e al direttore generale di A.Li.Sa Walter Locatelli. E’ quanto emerso dal faccia a faccia tra la delegazione di Alassio-Laigueglia e i vertici Asl 2 sul centro salute alassino.

Stamani all’incontro presso la sede dell’Asl hanno preso parte il direttore generale Eugenio Porfido e il direttore amministrativo Salvatore Giuffrida, Francesco Bogliolo, presidente di Alassio Salute Srl e del Consorzio Regionale Ligure Centri Salute, Marco Melgrati, sindaco di Alassio, Roberto Sasso Del Verme, sindaco di Laigueglia e Fabio Macheda, assessore alle Politiche Sanitarie del Comune di Alassio.

Sul tavolo il problema del mantenimento dei servizi sanitari forniti dai Medici di Medicina Generale dei centri salute distribuiti sul territorio regionale e, nel particolare il caso di Alassio Salute.

L’incontro, svoltosi in un clima di profonda incertezza, ha di fatto individuato una possibile strategia operativa che prevede la ricerca di un’intesa direttamente con la Regione Liguria al fine di ottenere il riconoscimento dei servizi estensivi della Medicina di Gruppo e dei relativi finanziamenti che consentano di tenere aperti i Centri dodici ore al giorno, anziché le sei ore previste dalla convenzione nazionale.

“Dobbiamo partire dal presupposto – spiega al rientro dall’incontro la delegazione di Alassio e Laigueglia – che la presenza dei Centri Salute sui territori, in virtù del rapporto fiduciario paziente-medico curante, comporta un significativo risparmio su capitoli di spesa farmaceutici, diagnostici, di ricovero e di appropriatezza. Un risparmi oggettivo che può essere reinvestito nei centri salute stessi, fornendo un servizio sempre più adeguato alla domanda”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.