IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, ecco la passerella sul Segno in arrivo la pista ciclabile sino a Sant’Ermete fotogallery

Attesi da oltre vent'anni, hanno preso il via questa mattina e dovrebbero concludersi nel giro di pochi giorni

Vado Ligure. Sarà “posata” entro oggi e sarà transitabile nell’arco di qualche settimana la nuova passerella che scavalca il torrente Segno in località Valle a Vado Ligure. I lavori, attesi da oltre vent’anni, hanno preso il via questa mattina e dovrebbero concludersi nel giro di pochi giorni, collegando finalmente le due sponde del corso d’acqua e agevolando non poco gli spostamenti degli abitanti della cittadina vadese.

La nuova passerella sul torrente Segno a Vado Ligure

L’assessore ai lavori pubblici del Comune di Vado Ligure, Fabio Gilardi, spiega: “Finalmente siamo riusciti a recuperare i finanziamenti per completare la progettazione di quest’opera, attesa da anni: collega due sponde di questa frazione, ma soprattutto due comunità che ora potranno raggiungere in maniera più veloce le scuole, gli esercizi commerciali e i mezzi pubblici. E’ una questione di comodità, ma anche di maggiore flessibilità dal punto di vista del collegamento con i luoghi più importanti”.

“Siamo partiti da 400 mila euro tra progettazione e opera, poi si è svolta la gara d’appalto con un affidamento al ribasso. Il nostro progetto è creare una smart city: quest’opera nel futuro potrà collegare Sant’Ermete a Vado Ligure con una pista ciclabile. Siamo già in fase esecutiva, perchè questo sta avvenendo nelle aree OCV con gli oneri di urbanizzazione. La pista ciclabile e pedonale ad oggi arriverà nella Valle di Vado partendo dal Molo 8.44, con questa passerella che le collegherà. E in futuro raggiungeremo Sant’Ermete. Stiamo predisponendo in questi giorni, con l’affido della progettazione, una nuova realizzazione sia del marciapiede che di un percorso ciclabile che arrivi a Sant’Ermete, con l’obiettivo per dare una flessibilità anche dal punto di vista dei mezzi di trasporto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.