IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Stretta sull’outdoor nel finalese: shuttle sanzionati, maxicontrolli ai bikers

Accertamenti da parte dei carabinieri e forestali sul rispetto delle norme che tutelano l’ambiente e la natura, entroterra nel mirino

Finale Ligure. Nel corso del weekend, i carabinieri della Stazione di Finale Ligure, in collaborazione con i colleghi della Stazione Carabinieri Forestale di Calice Ligure, hanno effettuato un mirato servizio di controllo sull’intero entroterra ed in particolare nei comuni e le frazioni di Orco Feglino, Melogno, Gorra e Carbuta.

“Osservate speciali” sono state questa volta le principali intersezioni stradali sulla Provinciale SP 490 e verso il Colle del Melogno.

Attraverso un articolato dispositivo di “posti di blocco”, i militari hanno verificato la corretta osservanza delle norme che regolano sia codice della strada (conformità/omologazione dei mezzi di trasporto) che la salvaguardia dell’ambiente (“Legge Quadro sulle Aree Protette”, Legge Regionale relativa alla “Rete di fruizione escursionistica della Liguria” e Legge Regionale afferente il “Riordino delle Aree Protette” ed i “Parchi naturali regionali delle Alpi Liguri e del Finalese”).

L’operazione di servizio, resa estremamente efficace dall’apporto altamente professionale nel settore ambientale dei carabinieri della Stazione Forestale calicese, ha permesso di monitorare i moltissimi bikers che si radunano sistematicamente nella zona, raggiungendo i sentieri a bordo di furgoni detti “shuttle”, con cui vengono trasportati i velocipedi in quota per la successiva discesa su sentiero.

Alcuni conducenti di “shuttle” sono stati contravvenzionati poiché trasportavano un numero di passeggeri superiore al consentito, con evidente ricaduta negativa sulla sicurezza stradale.

Sono inoltre state effettuate battute a piedi nei sentieri percorsi dai bikers al fine di verificare il rispetto delle norme ambientali.

I controlli verranno ripetuti nei weekend estivi al fine prevenire e reprimere qualsiasi comportamento che metta in pericolo il delicato equilibrio ambientale nell’area dell’entroterra finalese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.