IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza dei bagnanti, i vigili del fuoco presidiano il litorale di Savona e Vado foto

Sottoscritta oggi una convenzione tra i vigili del fuoco di Savona, i Comuni di Savona e Vado Ligure e la Prefettura

Savona. I vigili del fuoco di Savona al salvataggio dei bagnanti in difficoltà. E’ quanto previsto dalla convenzione firmata oggi presso il comando provinciale di via Nizza dal comandante provinciale Vincenzo Bennardo, dal sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, dal suo omologo di Vado Ligure Monica Giuliano e dal prefetto di Savona Antonio Cananà.

Il protocollo, il primo ad essere reso operativo in provinia di Savona, nasce “dalla considerazione del ruolo e della responsabilità ‘civica’ dei comuni costieri lungo il litorale di giurisdizione dedicati alla libera fuizione e dall’opportunità di assicurare, quale tutela di un primario interesse pubblico, un servizio di salvamento con caratteristiche di professionalità ed efficacia. Le unità del corpo nazionale dei vigili del fuoco costituiscono una componente qualificata nell’ambito degli assetti operativi utilizzabili dall’organizzazione di ricerca e soccorso nazionale, anche in ragione delle proprie elevate specificità tecnico-professionali, per la prestazione di interventi di soccorso tecnico urgente e salvaguardia della vita umana anche in ambito marino”.

Insomma, i vigili del fuoco hanno, tra le loro caratteristiche “professionali”, anche e soprattutto competenze in ambito di “Search and Rescue” e perciò sono i più indicati anche per effettuare attività di presidio e soccoso del litorale. Da qui la decisione del Comune di Savona ed del Comune di Vado Ligure di “integrare il servizio di salvamento acquatico negli arenilini affidando al comando provinciale dei vigili del fuoco di Savona il compito di mettere in atto un presidio di salvamento acquatico nell’ambito di spiaggia antistante alla sede centrale dei vigili del fuoco di via Nizza a Savona”.

L’area di copertura è quella compresa tra la spiaggia libera antistante piazzale Eroe dei Due Mondi a Savona al confine con il Comune di Vado Ligure, dal torrente Quiliano alla spiaggia antistante il “Gruppo Ormeggiatori Porto” a Porto Vado. Il servizio sarà attivo sei ore al giorno nei giorni di sabato e domenica e nei giorni festivi dei mesi di luglio e agosto e fino ai primi di settembre, cioè il periodo di maggiore afflusso di bagnanti. Ad affettuarlo sarà una squadra composta da due unità con particolari conoscenze dal punto di vista del soccorso in mare, con un battello pneumatico e moto d’acqua. L’attivazione del servizio ha richiesto un contributo di 3 mila euro circa per ciascun Comune.

I vigili del fuoco di Savona presidiano il litorale di Savona e Vado

A margine dalla firma del protocollo, avvenuta questo pomeriggio al comando provinciale dei vigili del fuoco di Savona, il prefetto Cananà ha spiegato: “Nel periodo estivo la provincia fa registrare un consistente aumento della popolazione e di conseguenza è necessario che le pubbliche autorità implementino i servizi. Questo è un ulteriore servizio che va a migliorare la sicurezza dei cittadini. Bisogna ringraziare sindaci di Vado ed i vigili del fuoco per la disponibilità concessa. Ben vengano iniziative di questo tipo: io posso soltanto auspicare che possa continuare anche in futuro e porti buoni risultati”.

Il sindaco Monica Giuliano ha aggiunto: “Ringrazio il corpo dei vigili del fuoco, che si è proposto per la realizzazione di questa iniziativa. Le nostre coste in estate si riempiono di cittadini residenti e turisti quindi incrementare un presidio a mare è molto positivo. La proposta è arrivata pochi mesi fa e le istituzioni pubbliche hanno lavorato in maniera puntuale e veloce per dare alla comunità risposte concrete e in tempi brevi”.

Ilaria Caprioglio: “Voglio ringraziare in particolare il comandante provinciale per la proposta che ci ha fatto pervenire. In queste settimane è stato fatto un grande lavoro di squadra per garantire un ulteriore presidio ai cittadini, in particolare quelli che vengono qui in riviera per divertirsi. Per fortuna siamo riusciti a trovare le risorse necessarie e quindi ora possiamo goderci questo risultato”.

L’assessore Maurizio Scaramuzza aggiunge: “Da quando è arrivato a Savona, il comandante Bennardo ha portato grandi idee. Abbiamo subito recepito subito l’importanza di questa iniziativa: aiutare i bagnanti a vivere il mare in maniera sicura è molto importante”.

E lo stesso comandante aggiunge: “Ringrazio gli amministratori comunali di Savona e Vado. Da loro ho ricevuto grande disponibilità e voglia di fare squadra. E’ importante garantire soprattutto alle spiagge libere un ulteriore servizio di vigilanza. Questo è un sistema integrato con la capitaneria di porto e con tutti gli altri soggetti del soccorso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.