IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Punteruolo rosso, l’assessore Mai: “Non sono previsti indennizzi ai Comuni, ma la Regione farà il possibile”

La risposta in Consiglio regionale ad una interrogazione del consigliere Giovanni Boitano

Liguria. “La legge regionale e lo specifico decreto nazionale non prevedono indennizzi specifici ai Comuni”. Lo ha detto oggi in Consiglio regionale l’assessore regionale Stefano Mai rispondendo ad una interrogazione sulla situazione del punteruolo rosso e gli interventi che hanno dovuto sostenere le amministrazioni comunali per far fronte all’avanzata del parassita, che rischia di mettere in ginocchio la stessa “Riviera delle Palme”.

L’assessore regionale ha comunque garantito il pieno appoggio della Regione che impegnerà le risorse disponibili per la ricerca e sulla formazione degli operatori: il punteruolo, infatti, subisce continue mutazioni che rendono sempre più difficile l’azione di contrasto.

E’ stato il consigliere regionale Giovanni Boitano (Liguri con Paita) che ha presentato l’interrogazione per conoscere quali iniziative ha intrapreso o intende intraprendere la giunta a sostegno delle amministrazioni comunali e dei singoli privati che, a seguito dell’abbattimento delle palme colpite dal punteruolo rosso, oltre a subire un depauperamento del patrimonio naturale, sono costretti a farsi carico di ingenti costi per l’abbattimento e successivo smaltimento delle piante.

Il consigliere ha rilevato che il punteruolo rosso è un organismo nocivo oggetto di misure di emergenza da parte della Comunità Europea e che la Regione Liguria ha attuato il “Piano Regionale per la lotta al Punteruolo Rosso”, che può essere un importante strumento per combattere questo pericoloso e infestante coleottero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.