IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Villanova, manomessi tre idranti nella zona industriale: rischio di crisi idrica per Coasco e parte di Albenga

Il sindaco: “Pericolo sventato, ma chiunque sia stato è laureato in ‘scienza dell'imbecillità’: sporgeremo denuncia”

Villanova d’Albenga. “Si è verificato un guasto sul tubo di mandata della vasca di Marina Verde e ciò potrebbe avere ripercussioni sulla frazione di Coasco. Vi terremo aggiornati”.

È questo il messaggio campeggiato ieri pomeriggio sulla bacheca Facebook del sindaco di Villanva Pietro Balestra. E un guasto ad una tubatura, in effetti, è un inconveniente che si può verificare sul territorio e non sarebbe stata certo la prima volta, ma le indagini condotte dal personale della Sca, ditta incaricata di controllare e manutenzione gli impianti, hanno portato alla luce ben altro.

Pare, infatti, che non sia stato un guasto a creare il calo idrico bensì la mano umana. Non è ancora dato sapersi se sia trattato di un vandalo, di uno squilibrato, o di qualcuno intenzionato a fare un “dispetto” al Comune, ma quel che è certo è che, chiunque abbia agito, ha seriamente rischiato di lasciare all’asciutto la frazione di Coasco e parte di Albenga (decine le case sul territorio ingauno che vengono servite dalla vasca “manomessa”).

“Qualche laureato in scienza dell’imbecillità, – ha spiegato Balestra, – ha pensato bene di aprire ieri pomeriggio tre idranti nella zona artigianale lungo l’Arroscia, rischiando di creare una crisi idrica nella zona di Coasco e in parte di Albenga. Fortunatamente i sistemi di controllo hanno segnalato l’anomalia ai tecnici Sca che sono prontamente intervenuti per individuare il problema che si immaginava potesse configurarsi in un guasto sul tubo di mandata”.

“Stamane dopo molti controlli si è potuto capire la dinamica del problema che non ha nulla di tecnico e molto di umano se così si può definire il famigerato soggetto che ha compiuto tale gesto tanto idiota quanto pericoloso. E pensare che avevamo anche già allertato la protezione civile prevedendo la possibile crisi idrica. Si tratta di un fatto grave e per questo, nelle prossime ore, sporgeremo denuncia ai carabinieri”, ha concluso il primo cittadino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.