IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Veni, vidi, vici: “Giulio Cesare” Fossati porta l’Albissola in Serie C risultati

Il tecnico parla, a ruota libera, della straordinaria impresa della sua squadra

Forte dei Marmi.Veni, vidi, vici“, Giulio Cesare Fossati porta l’Albissola in Serie C.

Viene quasi naturale, a chi scrive, citare questo esempio imperituro di sintesi comunicativa e sognare di essere nei panni dello storico greco Plutarco, per raccontare la straordinaria impresa dell’Albissola, capace di stupire, entusiasmare tutta Italia (non solo la Liguria), con una cavalcata inarrestabile, come quella del Console romano per annunciare, ai suoi concittadini, la vittoria nella battaglia di Zela, contro l’esercito di Farnace II del Ponto.

Già… ci è venuto naturale… perché qui stiamo parlando di un risultato storico, ottenuto da una società, capace di programmare i propri obiettivi, scegliendo i leader appropriati cui assegnare il bastone del comando.

Sentiamolo, dunque, il “console” dei ceramisti:

Al termine della gara, per un paio di minuti, non ho più respirato… sono entrato in un mondo parallelo… Poi sono stato svegliato dall’abbraccio tumultuoso dei miei ragazzi e solo allora mi sono reso conto, che era veramente finita e che eravamo in Serie C“.

Fossati non sta più nella pelle, per la soddisfazione di essere riuscito a portare tra i professionisti l’Albissola, ma ha la lucidità di dedicare il successo alla sua famiglia (suoceri compresi e presenti anche oggi sugli spalti), ma anche ai suoi genitori, che “da lassù hanno di certo gioito al fischio finale“.

Il “console” continua: “Sembrava di giocare in casa, altro che a Forte dei Marmi… i nostri tifosi sono stati meravigliosi ed in tribuna ho visto anche tanti amici. E’ stato bellissimo festeggiare con tutta la dirigenza, al completo, che meritava una gioia del genere“.

E non si ferma: “Anche oggi, sotto di una rete (ndr, eurogoal di Rodriguez) è uscita fuori l’anima, la determinazione, la nostra capacità tecnico/tattica… tutti valori che ci hanno permesso di venire a capo del Seravezza, grazie ai goal di Molinari e di Piacentini”

Quando hai capito che potevi vincere il campionato?

Dopo il successo casalingo con il Ponsacco e la vittoria al Bacigalupo di Savona, ho captato la sensazione di poterci riuscire“.

Chapeau, mister… la piazza gremita di Albissola vi sta aspettando…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.