IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, Luca Calcagno: “È stata la vittoria di un gruppo fantastico”

I nerazzurri tornano a giocare in Promozione

Milano. “Devi sapere, pensare e sentire, che puoi vincere”... e l’anima sportiva del Varazze si è nutrita anche del pensiero di quel grande boxeur, che è stato Ray Sugar Leonard, perché soltanto un gruppo affiatato e desideroso di arrivare primo alla meta, avrebbe potuto compiere il miracolo sportivo di partire dall’ultimo posto in classifica, per arrivare, con pieno merito, davanti a tutti.

Luca Calcagno, ex giocatore varazzino, è riuscito, insieme allo staff tecnico, composto da Gerolamo Calcagno, Scanu, Satragno e Orsatti, nell’impresa di riportare il Varazze a calcare terreni più consoni al blasone e alla storia della società nerazzurra, nata nel lontano 1912.

Calcagno dopo aver festeggiato con giocatori, dirigenti e tifosi, il successo finale, ha dovuto recarsi all’ospedale “Humanitas” di Rozzano, paese vicino a Milano, per sottoporsi ad un intervento chirurgico ed in esclusiva per Ivg Savona, ci ha raccontato le emozioni provate in questa annata sportiva.

Quali ricordi resteranno, per sempre, custoditi, nel tuo cuore?

“Ringrazio Ivg, per la sensibilità dimostrata... la nostra è stata una impresa sportiva che ha del miracoloso, alzi la mano chi pensava, dopo sei giornate, che saremmo finiti davanti a tutti. Io stesso, tuttora, ho bisogno di essere svegliato da uno stato di estasi... Penso proprio che solo con l’andar del tempo, potrò assaporare appieno la gioia di questa impresa. Sono contento di avere condiviso momenti sportivi indimenticabili con loro e con uno staff tecnico eccezionale, un gruppo che ha camminato con le scarpe del compagno, che aveva al fianco”.

Quando avete capito di alzare, al massimo, l’asticella delle ambizioni?

“Al termine del big match con l’Isolese, che ci aveva raggiunti al 96°, in quella occasione, ho visto, nei ragazzi, la rabbia sportiva, la determinazione, la volontà di andare a vincere il campionato… e non mi sono sbagliato… da lì è cominciata la ‘remuntada’ morale e tecnica”.

Un po’ come diceva lo scrittore franco cileno, Luis Sepulveda:Un vero ribelle conosce la paura, ma sa come vincerla”.

Ho seguito di persona alcuni vostri allenamenti, rimanendo colpito dall’affiatamento tra voi, facenti parte dello staff tecnico e ritengo che uno dei motivi del vostro successo, arrivi da questa unità di intenti, vero Luca?

Tra noi c’è una grande disponibilità al confronto ed ognuno ha svolto al meglio la sua parte, avvalendosi delle idee degli altri per migliorare i momenti di crescita personali e collettivi”.

La società nerazzurra è ripartita da zero, scrollandosi di dosso le ceneri dell’ultima retrocessione, avendo in testa le idee molto chiare… a partire dal presidente Camogli e dal direttore generale Tabacco…

La nostra società è stata un importante valore aggiunto, lasciandoci lavorare senza pressioni, soprattutto nel periodo difficile di inizio campionato ed anzi, sostenendoci al 100%”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.