IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trent’anni di “Concerti di Primavera”, il 18 maggio la serata inaugurale al Teatro Chiabrera evento foto

Si esibirà la pianista e direttrice artistica Cinzia Bartoli, che compie 40 anni di carriera

Savona. Trenta e quaranta sono i numeri che identificano i “Concerti di Primavera 2018” organizzati, come di consueto, dall’Associazione Musicale Dioniso: trenta come il numero dell’edizione di quest’anno e quaranta come gli anni di carriera della fondatrice e presidente dell’associazione Cinzia Bartoli.

Concerti di Primavera 2018 conferenza stampa Cinzia Bartoli Antonio Carlucci

Due ricorrenze tonde che saranno festeggiate con i più diversi generi di musica, a partire dalla classica, che si uniscono a formare il programma della kermesse, che si aprirà venerdì 18 maggio alle ore 21 al Teatro Comunale “Gabriello Chiabrera” con la serata di beneficienza per l’AIAS Associazione Italiana Assistenza Spastici dal titolo “Buenos Aires… Mi Amor”, patrocinata da Comune e Regione Liguria. Accompagnata alle percussioni da Loris Lombardo, Cinzia Bartoli eseguirà un repertorio dei migliori musicisti argentini (tanto amati dalla pianista) dagli anni ’20 ad oggi. “Spero che questo incontro musicale abbia una forte partecipazione: il programma è bello e i musicisti sono noti”, è l’auspicio della presidente dell’AIAS Maria Luisa Madini.

Dopo il debutto i “Concerti di di Primavera” si sposteranno all’Antico Teatro Sacco. “È il terzo anno che diamo spazio alla manifestazione – spiega il direttore artistico Antonio Carlucci – Crediamo che il nostro teatro sia il posto più adeguato e incantevole per valorizzare al meglio questa trentesima edizione”.

Concerti di Primavera 2018 conferenza stampa Cinzia Bartoli

Della kermesse sarà ospite per la prima volta un musicista cinese. “Nel corso di questi anni abbiamo ospitato artisti di fama internazionale e provenienti da tutti i continenti e il nome di Savona ha viaggiato tantissimo nel mondo – dichiara Bartoli – La classica è studiatissima nei conservatori da tanti giovani e al centro di tantissimi concorsi nazionali in cui emergono importantissimi talenti ma qui cerchiamo sempre di unirla agli altri generi musicali in modo da avere un bacino di spettatori più grande”.

“L’edizione 2018 è un traguardo importantissimo se pensiamo che abbiamo cominciato trent’anni fa con pochi concerti nel ridotto del Chiabrera – ricorda Bartoli – Mi sento di dire che è stato un viaggio entusiasmante, di sicuro non senza difficoltà, ma abbiamo portato avanti questo festival internazionale sempre con grande entusiasmo”.

Il programma dei “Concerti di Primavera” è visualizzabile qui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.