IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Spotorno conferma la Bandiera Blu

"Un successo delle amministrazioni sul fronte della qualità ambientale e turistica dell'intero Golfo dell'Isola"

Spotorno. La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale assegnato alle località turistiche balneari che soddisfano criteri di qualità relativi alla pulizia delle spiagge, delle acque di balneazione ed ai servizi offerti. Istituito nel 1987 dall’organizzazione non governativa e no profit Fee (Foundation for Environmental Education), il Programma “Bandiera Blu” è condotto in 76 nazioni in tutto il mondo con l’obiettivo di promuovere nei Comuni costieri e lacustri una gestione sostenibile del territorio prestando particolare cura per l’ambiente.

Per il tredicesimo anno consecutivo la Fee ha assegnato al Comune di Spotorno la certificazione Bandiera Blu. In totale le bandiere così diventano 15, sommando anche quelle del 1999 e 2000. Il Comune di Spotorno, il giorno lunedì 7 maggio, a Roma, ha preso parte alla cerimonia di consegna delle Bandiere Blu 2018, attribuite dalla Fee ai Comuni costieri che si distinguono per qualità delle acque e dei servizi offerti. La conferenza di consegna della Bandiera Blu è avvenuta alle ore 11, presso la sala Convegni del prestigioso Centro Nazionali Ricerche, a Roma in piazza Aldo Moro, alla presenza di oltre 400 persone tra amministratori, tecnici e funzionari delle amministrazioni locali.

Ha aperto i lavori il professor Claudio Mazza, presidente Fee Italia, che ha evidenziato che l’adesione al programma Bandiera Blu è una attività trasversale che permette a uffici differenti di lavorare su un unico target. A seguire ha relazionato,il presidente dell’Ispra (Istituto Superiore Protezione Ricerca Ambientale) Stefano Laporta, il cui intervento è stato mirato sulla crescita di sensibilità ambientale da parte del turista e sulla considerazione che la certificazione Bandiera Blu è il punto di partenza per l’ulteriore crescita di una Amministrazione. Successivamente l’ammiraglio del reparto ambientale marino delle capitanerie di porto, Aurelio Caligiore, ha esposto l’attività di monitoraggio delle capitanerie sul fronte della sicurezza della balneazione e ha chiuso i lavori la coordinatrice della certificazione Bandiera Blu per conto di Fee Italia, la dottoressa Valentina Cafaro, mettendo in evidenza la lista di adempimenti obbligatori a cui dovranno adeguarsi le amministrazioni certificate Bandiera Blu. Particolare attenzione è stata posta al protocollo di esposizione della bandiera blu e all’allestimento del Punto Blu, in cui trovare informazioni sul territorio.

Alla cerimonia, in rappresentanza dell’amministrazione spotornese guidata dal sindaco Mattia Fiorini, era presente Gian Luca Giudice, referente Bandiera Blu, che afferma: “Quest’anno Spotorno ha ricevuto la sua quindicesima certificazione Bandiera Blu, un prestigioso traguardo e allo stesso tempo una grande soddisfazione. L’obiettivo principale del Programma Bandiera Blu è quello di promuovere nei Comuni rivieraschi una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicazioni che mettono alla base delle scelte politiche l’attenzione e la cura per l’ambiente. Il riconoscimento internazionale Bandiera Blu fu istituito nel 1987 e viene assegnato ogni anno in 76 Paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extraeuropei. Per la precisione il riconoscimento Fee viene assegnato distinguendo fra spiagge ed approdi turistici con criteri diversi di valutazione, in modo da certificarne le qualità ambientali e dei servizi in base alle esigenze di chi viaggia. La partecipazione dei Comuni al programma Bandiera Blu è gratuita, sia per quanto attiene la valutazione e la certificazione che per le visite di controllo che sono totalmente a carico della FEE.”

L’edizione 2018 delle Bandiere Blu premia 175 Comuni italiani. La Liguria si conferma ancora una volta campione regionale, con 27 località vincitrici, seguita da Toscana, Campania e Marche, rispettivamente con 19, 18 e 16 bandiere. Delle 27 bandiere blu della Liguria ben 13 sono nella provincia di Savona: Varazze, Celle, Albisola Superiore, Albissola Marina, Savona località Fornaci, Bergeggi, Spotorno, Noli, Finale, Pietra Ligure, Loano, Borghetto Santo Spirito e Ceriale.

Interviene il sindaco Mattia Fiorini: “Quindici bandiere blu è un traguardo importante. Spotorno si è ormai guadagnata un posto di riguardo tra le località turistiche costiere italiane, come attestano anche gli altri riconoscimenti, tra cui la Carta del Mare promossa dal museo del mare di Genova, la Bandiera Verde, sempre promossa da Fee Italia e riguardante l’ecosostenibilità degli edifici scolastici e la carta Santuario Pelagos, rivolta alla valorizzazione dei cetacei nel mar Ligure. La Bandiera Blu, al di là del riconoscimento in sé, ci gratifica anche perché è la conferma della qualità delle nostre acque, confinanti anche con la riserva marina protetta dell’isola di Bergeggi, e della bontà dei servizi che ogni anno, con grandi sacrifici, ci impegniamo a garantire ai turisti. Spotorno può vantarsi del riconoscimento Bandiera Blu oltre che per la bontà delle acque di balneazione anche per l’efficacia della raccolta differenziata, per la presenza di aree pedonali, piste ciclabili, aree canine e per l’equilibrio tra turismo e natura. A Spotorno sono consolidati ormai servizi quali il salvataggio, quelli igienici e di pulizia delle spiagge libere attrezzate”.

“Non mancano iniziative di educazione ambientale e l’accessibilità della spiaggia per i disabili e per cani. Ancora una volta sono stati premiati gli sforzi dell’amministrazione comunale per la tutela dell’ambiente e del mare, per la promozione dell’educazione ambientale rivolta agli alunni delle scuole e cittadini, per potenziare e qualificare lo sviluppo turistico e la salvaguardia del litorale costiero. Il riconoscimento testimonia il lavoro svolto in sinergia tra il Comune e gli operatori economici e del turismo che, da anni, si impegnano per garantire un’immagine positiva del nostro territorio. La conferma del riconoscimento è motivo di soddisfazione ed è anche uno stimolo a proseguire sulla strada dello sviluppo sostenibile del territorio e della salvaguardia dell’ambiente. Numerosi i requisiti richiesti per potersi fregiare della Bandiera Blu, primo fra tutti la qualità delle acque. Vengono poi presi in esame aspetti legati alla sicurezza, alle gestione dei rifiuti e all’educazione ambientale.”

“Tanto per citare alcuni esempi concreti sull’educazione ambientale – continua Gian Luca Giudice con delega all’educazione ambientale del Comune di Spotorno abbiamo per quest’anno scolastico realizzato numerose lezioni di educazione ambientale, denominate ‘Mare d’inverno’, presso la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria a cura del Gruppo Sportivo Olimpia e di Sat, azienda locale operante sul territorio spotornese per raccolta rifiuti. E’ stata coinvolta anche la Fondazione Cima, Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale, con sede nel campus universitario di Savona, ente di ricerca senza scopo di lucro attivo nel promuovere e sostenere la formazione, la ricerca e lo sviluppo tecnologico nei campi della Protezione Civile, Disaster Risk Reduction e Biodiversità. E’ stato avviato infatti il progetto un Mare di plastica, coordinato da Massimiliano Rosso, rivolto all’Istituto Comprensivo di Spotono per mettere in evidenza il difficile smaltimento della plastica nel mare e il danno subito dagli animali marini nell’assimilare plastica scambiandola per un alimento”.

“Sempre con Fondazione Cima è stata realizzata la ‘Festa dell’albero’ che ha coinvolto gli alunni di tutti gli ordini scolastici dell’Istituto Comprensivo, il Consiglio Comunale dei Ragazzi e i bambini del nido comunale Gli Orsetti e dell’asilo Garrone. In autunno sono previsti laboratori con le scuole, per conoscere gli alberi e gli arbusti, con sostegno agli insegnanti per realizzare eventuali orti botanici nelle scuole. Nei mesi estivi imminenti sono in cantiere laboratori di giardinaggio, erbari in spiaggia ed eventuali visite al vivaio Pian dei Corsi, eventi rivolti sia ai turisti che ai bambini che usufruiranno del sevizio Campo Solare del Comune di Spotorno. Infine, ancora con la collaborazione di Fondazione Cima, è programmato un appuntamento estivo a tema cetacei del Santuario Pelagos, di cui facciamo parte dal 2014. Già da diversi anni, in collaborazione con Legambiente, il Comune aderisce all’appuntamento ‘Puliamo il mondo’ e per l‘estate che sta arrivando sono in cantiere le iniziative ‘Ricicla estate’, educazione permanente sull’importanza della raccolta differenziata e sul nuovo sistema raccolta rifiuti che sarà inaugurato il prossimo mese di giugno e verrà realizzato un evento di educazione ambientale rivolto all’abbandono indiscriminato dei mozziconi di sigaretta in spiaggia”.

“La Bandiera Blu non è soltanto un simbolo, per quanto prestigioso ed importante. Rappresenta un importante biglietto da visita della città di Spotorno e della sua complessiva offerta turistica essendo un utile aiuto per il turismo costiero nella scelta delle vacanze estive con mare pulito e servizi di qualità. Le politiche promosse in tema ambientale e turistico dall’Amministrazione si sono dimostrate quindi puntuali ed efficaci. Desideriamo ringraziare infine tutti coloro che si sono impegnati per il raggiungimento di questo importante traguardo, in particolare l’Associazione GS Olimpia Sub di Spotorno con il suo programma ‘Mare da vivere’ e l’ufficio Ambiente del Comune di Spotorno che ha seguito e coordinato la delicata fase di preparazione della candidatura. La bandiera blu, comunque, non si riduce solo al momento della compilazione del questionario di fine anno, ma è un lavoro spalmato sui 12 mesi di tutti gli uffici comunali. L’obiettivo, adesso, è investire sulla Bandiera Blu 2018 come punto di partenza per un ulteriore miglioramento della sostenibilità ambientale pensando a conquistarla anche nel 2019.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.