IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, De Vincenzi all’attacco: “Anatomia patologica via dal Santa Corona, altro ‘scippo’ della giunta Toti”

L'esponente Dem: "Da quando si è deciso di mettere da parte il progetto di ristrutturazione è iniziato il depauperamento continuo del nosocomio pietrese"

Pietra Ligure/Savona. E’ ancora scontro in Consiglio regionale sulla sanità savonese con l’interrogazione presentata dal consigliere regionale del Pd Luigi De Vincenzi, vice presidente dell’assemblea ligure, che torna all’attacco della Regione. Nel mirino finisce questa volta lo spostamento di Anatomia patologica nella sede unica dell’ospedale San Paolo (mentre finora era dislocata sia al Santa Corona sia, appunto, all’ospedale di Savona).

L’esponente Dem afferma: “L’assessore Viale ha risposto che a Pietra Ligure non vi sono i locali idonei. E purtroppo sono d’accordo con lei, visto che l’intervento di ristrutturazione che era stato chiesto per consentire ad Anatomia patologica di venire ospitata in piena sicurezza al Santa Corona non è mai stato avviato”.

“La Giunta regionale ha preferito trasferire questa specialità a Savona dove sono comunque necessari dei lavori. Quindi quella dell’assessore Viale è una scelta ben precisa, che mira a continuare la spoliazione dell’ospedale di Pietra Ligure. D’altra parte questo è solo l’ultimo atto del sistematico depauperamento ai danni del Santa Corona messo in atto da questa Giunta regionale (come dimostra la vicenda della Breast Unit)” aggiunge.

“Tutto è nato due anni fa con lo stop, deciso dal centrodestra ligure, al progetto di ristrutturazione dell’ospedale: una decisione che ha fornito l’alibi all’assessore Viale per avviare la spoliazione del presidio sanitario di Pietra Ligure”.

“La Giunta Toti non intende investire risorse sul Santa Corona e preferisce utilizzarle altrove. Forse l’obiettivo è arrivare alla chiusura del Santa Corona. Come ho sempre fatto mi batterò affinché quest’eccellenza – Dea di secondo livello – continui a mantenere la propria centralità” conclude il consigliere De Vincenzi.

L’assessore alla sanità Sonia Viale ha spiegato che i locali adibiti al servizio nell’ospedale Santa Corona non erano idonei da un punto di vista  strutturale e quindi non era possibile mantenere in quella sede l’anatomia patologica. Viale ha assicurato che continueranno a essere effettuati in entrambe le sedi gli esami intra-operatori. Rispetto ai criteri valutativi adottati, l’assessore ha spiegato che questi riguardano la presa d’atto delle oggettive condizioni strutturali e del miglior rapporto costi/benefici degli interventi necessari per adeguarsi alla normativa vigente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.