IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pirateria marittima, incontro con gli studenti al “Ferraris-Pancaldo” di Savona

Un seminario con la partecipazione di Matteo Manconi, esperto di diritto internazionale e della navigazione

Savona. Dal 2008 il fenomeno della pirateria marittima ha subito un incremento notevole soprattutto ai danni di navi mercantili in transito nel Corno d’Africa e nell’oceano Indiano. Di questo problema ne ha parlato qualche giorno fa, Matteo Manconi, esperto di diritto internazionale e della navigazione e praticante presso lo “Studio legale internazionale” a Sanremo dell’avvocato Pier Mario Telmon, ai ragazzi delle classi quarte, indirizzo nautico di capitani e logistica e trasporti, del “Ferrais Palcaldo”.

Il tema della pirateria marittima ha destato grande interesse nei ragazzi dell’istituto tecnico savonese che in un prossimo futuro si troveranno a lavorare nel contesto marittimo, siano essi ufficiali di coperta o di macchine o del settore della logistica, in cui il rischio di pirateria viene classificato come elevato
“La pirateria marittima ha sempre rappresentato un enorme problema per la sicurezza della navigazione marittima e degli scambi commerciali marittimi – ha affermato Manconi -. Storicamente si iniziarono ad avere i primi attacchi pirata contestualmente alla nascita dei primi traffici marittimi. Come al tempo dei greci e dei romani, la pirateria marittima, ricopre oggi, un ruolo centrale tra le problematiche che la Comunità internazionale si pone di affrontare e si riconosce un ruolo fondamentale delle missioni antipirateria”.

Il seminario, oltre a incentrarsi su quale sia la definizione di pirateria marittima internazionalmente riconosciuta, si è concentrato su quali siano le misure messe in atto dalla Comunità internazionale, in particolare le Nazioni Unite, l’Unione Europea e l’International Maritime Organization. Tutte le operazioni messe in atto hanno contribuito a un decremento, anche se non sempre costante, del fenomeno della pirateria marittima, ma contestualmente si sono verificati alcuni incidenti che hanno dimostrato come non sia ancora sufficiente, al fine di debellare il fenomeno, l’impianto normativo creato per la repressione della pirateria marittima.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.