IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Medica, cercasi ancora soluzione. Valeriani: “Siamo al lavoro con gli altri sindaci e Asl 2” foto

Si stringono i tempi per trovare la procedura amministrativa migliore per salvare il centro sanitario pietrese

Pietra Ligure. Incassata la prosecuzione del servizio almeno fino a giugno per il futuro di Pietra Medica è tempo di tirare le fila per assicurare l’attività futura del centro medico pietrese. E se da parte della Asl 2 nessun dietrofront rispetto alle linee guida sui centri salute, il Comune di Pietra Ligure, di Borgio Verezzi e i comuni della Val Maremola sono al lavoro per trovare una procedura idonea in grado di garantire la continuità del servizio sanitario sul territorio che riguarda un alto bacino di utenza.

Allungare la tempistica rispetto alla scadenza della convenzione è stato, quindi, solo un primo passo: adesso è arrivato il momento di trovare una soluzione definitiva che possa fare sicurezza a medici e pazienti.

Un bando, come previsto dal Comune finalese per salvare il centro Finale Salute, potrebbe essere una soluzione, tuttavia si cercano anche altre strade, anche perché i Comuni non potranno mettere certo molte risorse proprie considerate le difficoltà finanziarie degli enti locali.

pietra medica

E sugli atti, le procedure e le risorse da mettere in campo per mantenere Pietra Medica, il sindaco Dario Valeriani afferma: “Per esprimere una migliore assistenza, i sindaci dell’ambito sanitario hanno trovato alcune linee guida sulle quali lavorare insieme ai vertici Asl 2, non solo per garantire gli attuali serviziforniti da Pietra Medica, ma anzi di implementarli attraverso tavoli tecnici finalizzati al perseguimento dell’obiettivo”.

“Siamo al lavoro con gli altri sindaci, con l’azienda sanitaria e con il distretto socio-sanitario per individuare il percorso migliore e in grado di dare certezze al futuro del centro sanitario, per i medici e, soprattutto, per i tanti pazienti” conclude Valeriani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.