IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meteo, pioggia e sole sulla Liguria: domina l’instabilità previsioni

Domani arriva l'anticiclone delle Azzorre, ma durerà poco

Più informazioni su

Liguria. Continua e continuerà a far parlare di sè questa dinamica stagione primaverile. Secondo gli esperti del Centro Limet, il timido approdo dell’alta oceanica sul Mediterraneo, atteso per la giornata di domani, non sarà sufficiente a recare una duratura fase di stabilità sul nord-Italia e sulla Liguria, che già dalla seconda parte del fine settimana tornerà a fare i conti con piogge diffuse e temporali.

Meteo

Una circolazione di tipo depressionario residua in area Mediterranea, facendo così da sfondo a condizioni meteorologiche spiccatamente votate alla variabilità, in un contesto termico sempre moderatamente mite.

Quella odierna sarà, quindi, una giornata tutt’altro che monotona, durante la quale sarà possibile sfoggiare sia l’ombrello che gli occhiali da sole. Alle note instabili che, stamane, vanno residuando sul levante regionale, ove si registrano cumulate pluviometriche localmente elevate dalla mezzanotte (fino a 50 millimetri sul Tigullio), farà seguito, nel corso della mattinata, un progressivo dissolvimento della copertura nuvolosa, a svelare ampi spazi di cielo terso, quantomeno lungo le coste.

Nelle zone interne, specie nell’areale alpino dell’imperiese e sul comparto appenninico compreso tra la val Trebbia, la val d’Aveto e la val di Vara, già attorno all’ora di pranzo sarà possibile notare lo sviluppo di nubi cumuliformi, segno della presenza di un certo grado di instabilità latente nell’atmosfera: durante le ore pomeridiane, dunque, nuovi fenomeni, anche a carattere temporalesco, torneranno ad impegnare la nostra regione, pur in maniera piuttosto disordinata. Scarse le probabilità di un interessamento delle aree costiere, ove a prevalere sarà il sole. Atteso un deciso miglioramento delle condizioni meteorologiche ovunque in serata.

La ventilazione, tendente a disporsi dai quadranti sud-occidentali, si manterrà a regime di brezzadebole od al più moderata. Contestualmente, i mari appariranno per lo più calmi o poco mossi. Invariato il riscontro termico, con temperature massime che si attesteranno grossomodo tra 18 e 23 gradi, senza apprezzabili distinzioni tra la linea di costa e l’interno.

Dalla giornata di domani, venerdì 11, cominceremo a saggiare gli effetti di un blando colmamento barico in sede mediterranea, ad opera dell’anticiclone delle Azzorre, attraverso il parziale stemperamento delle velleità instabili, o meglio, attraverso un confinamento delle medesime sui rilievi.

Tuttavia non è il caso rallegrarsi troppo (o rattristarsi, a seconda dei casi), poichè si tratterà di una fase decisamente poco duratura. Sul finire del week-end, infatti, un’estesa figura depressionaria, alimentata da aria piuttosto fresca, di estrazione nord-atlantica, irromperà da ovest, apportando un nuovo, brusco guasto del tempo sul nord-Italia e sulla Liguria, con il ritorno di piogge diffuse e temporali, oltre che un generale calo delle temperature.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.