IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, inaugurato il nuovo pulmino donato alla Croce Rossa di Visso (Macerata) fotogallery

Il mezzo è stato acquistato grazie ai proventi dell’evento “Aggiungi un posto a tavola”

Loano. Questa mattina il vicesindaco di Loano, Luca Lettieri, si è recato a Visso (Macerata) per inaugurare il nuovo mezzo del comitato locale della Croce Rossa Italiana acquistato con i proventi della prima e della seconda edizione di “Aggiungi un posto a tavola”, la giornata solidale promossa dal Comune di Loano in collaborazione con le associazioni del territorio. Ad accompagnarlo i capigruppo di minoranza Paolo Gervasi (LoaNoi) e Gianni Siccardi (Pd/Da sempre per Loano) e Marco Spada, consigliere e volontario della Croce Rossa di Loano.

Gli oltre 23 mila euro di incasso dei due “pranzi di beneficenza” tenutisi sul lungomare di Loano (17 mila euro nell’edizione 2016 e 6.500 euro nell’edizione 2017) sono serviti a finanziare l’acquisto di un pullmino in grado di trasportare pazienti dializzati e disabili. Il mezzo, come detto, è andato ad arricchire il parco mezzi del comitato Cri della cittadina maceratese, epicentro del terremoto avvenuto nell’autunno di due anni fa.

“Con il pranzo solidale di ‘Aggiungi un posto a tavola’, – ha spiegato il sindaco di Loano Luigi Pignocca, – la nostra città ha voluto abbracciare gli amici di Visso, così duramente colpiti dal grave sisma di due anni fa. La grande sensibilità dimostrata dalle associazioni e alle attività commerciali loanesi che hanno contributo all’organizzazione dell’evento e dalle centinaia di cittadini e turisti che hanno voluto partecipare ci ha consentito di raccogliere utilissimi fondi con i quali aiutare in maniera concreta il comitato locale della Croce Rossa Italiana, i cui volontari sono stati particolarmente impegnati nei momenti immediatamente successivi al terremoto e ancora oggi, a distanza di quasi due anni da quei fatti”.

“Nonostante siano passati quasi due anni, ha aggiunto il vicesindaco Lettieri, – la situazione nelle zone dell’Italia centrale colpite dal terremoto è tutt’altro che rientrata. Ogni genere di sostegno fornito alle istituzioni e alle associazione direttamente coinvolte nell’opera di ricostruzione di alleviamento dei disagi è dunque preziosa. Questa nuova auto consentirà ai volontari della Croce Rossa di Visso di operare con maggiore efficacia a servizio dei propri concittadini e non solo. Da parte della nostra amministrazione comunale, vorrei porgere un sentito ringraziamento a tutte le realtà locali, ai loanesi e ai turisti che lo scorso novembre in varia misura hanno contribuito a raccogliere i fondi necessari all’acquisto di questo utilissimo mezzo”.

Paolo Gervasi, capogruppo della lista civica LoaNoi, ha commentato: “Ho accolto con grande piacere la proposta dell’amministrazione comunale e sono quindi onorato di far parte della delegazione chiamata a rappresentare la ‘Loano solidale’ nei luoghi colpiti dalla tragedia del terremoto. Piccoli e semplici gesti, come è stato partecipare al pranzo benefico di ‘Aggiungi un posto a tavola’, possono contribuire ad aiutare le popolazioni che ancora oggi devono fare i conti con le conseguenze del sisma. A nome del mio gruppo, dunque, ringrazio il Comune di Loano, le associazioni e le realtà del nostro territorio che hanno permesso di raggiungere questo importante obiettivo”.

Il capogruppo della lista Pd/Da sempre per Loano, Gianni Siccardi, ha concluso: “Quando una catastrofe colpisce il cuore dell’Italia diventa imperativo declinare un solo termine, che esula da ogni distinguo, da ogni logica di parte e da ogni inclinazione d’apparenza. Quel termine è solidarietà. E nel momento in cui lo si declina, si sa perfettamente che si sta versando una goccia in un catino. Ma ci si augura che questa goccia, sommate ad altre, diventi un fiume impetuoso. Grazie ai loanesi che nelle due giornate di solidarietà non hanno fatto mancare la loro presenza, grazie ai volontari e alla Croce Rossa che hanno reso possibili i due appuntamenti e grazie anche al sindaco per aver voluto affrontare collegialmente l’emergenza. Essere a Visso è un doveroso impegno, per portare le nostre mani a stringerne altre in rappresentanza della nostra fortunata ed unica città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.