IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

La tassa di soggiorno è sbagliata: votate Melgrati

Invio il presente comunicato quale Presidente dell’Associazione Albergatori di Varazze, ma anche a titolo personale, quale addetto al turismo che ogni giorno lavora e s’impegna nel difficile compito di accogliere il turista in questa regione così votata al turismo, ma che spesso fa scelte in piena contraddizione con questa vocazione.

L’introduzione della tassa di soggiorno nella nostra provincia è una di queste scelte: SBAGLIATA SBAGLIATISSIMA.

SBAGLIATA perché va inutilmente a colpire i nostri clienti migliori, quelli che rimangono presso le nostre strutture per più tempo, quelli che sono affezionati al nostro territorio, i nostri ospiti più qualificati.

SBAGLIATA perché i nostri comuni hanno bilanci sani, e non hanno bisogno di ulteriori entrate.

SBAGLIATA perché i nostri comuni avrebbero solo bisogno di più convinzione, condivisione e idee per migliorare i loro INVESTIMENTI sul turismo (e non parlo di spese, ma di INVESTIMENTI, perché i fondi spesi sul turismo portano inevitabilmente lavoro e sviluppo, e quindi sono INVESTIMENTI).

SBAGLIATA perché l’economia del turismo della nostra provincia è debole, fragile, favorita in questo momento dalla difficile contingenza internazionale, ma penalizzata da linee di comunicazione e trasporti deboli, crisi delle nostre piccole strutture, mancanza di una politica turistica unitaria che non nascerà certo da una nuova tassa di soggiorno.

Ma la nostra battaglia contro questa TASSA SBAGLIATA non è certo finita, anzi, è appena iniziata.

Il gruppo di amministrazioni che hanno deciso di adottare questa tassa è costituito da un’intesa fragile e minoritaria sul nostro territorio.

Noi possiamo iniziare a cambiare, a reagire e a scalfire questa intesa improbabile.

A giugno ci saranno le prime elezioni comunali in un comune importante per questa fragile intesa: Alassio.

Io invito TUTTI GLI OPERATORI TURISTICI di Alassio, e non solo gli albergatori, ma anche i commercianti, i ristoratori, i gestori di bagni marini, tutti i loro dipendenti e tutti coloro che vivono di turismo a votare per MELGRATI, il candidato sindaco che ha promesso l’immediata cancellazione di questa assurda tassa.

So che mi si accuserà di FARE POLITICA, ed è così.

Io FACCIO POLITICA, ma non la politica dei partiti, quella degli ideali di destra o sinistra che, tra l’altro, di questi tempi, sembrano del tutto smarriti.

Io FACCIO POLITICA sindacale, turistica, economica, come tutti noi che viviamo e amiamo la nostra città, il nostro lavoro e il nostro territorio.

Non mi interessa di che partito sia il Signor Melgrati, mi interessa che egli sia contrario alla tassa di soggiorno e a favore del turismo.

E quindi chiedo a tutti i miei colleghi di Alassio, a tutti quelli che amano il loro lavoro ed il turismo:

VOTATE MELGRATI

VOTATE CONTRO LA TASSA DI SOGGIORNO

VOTATE PER IL TURISMO

La nostra battaglia contro questa tassa assurda INIZIA ad ALASSIO.

Andrea Bruzzone

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.