IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Italian Riviera” e Comunità Europea dello Sport 2020, presentata la candidatura del savonese fotogallery

Sopralluogo dei commissari Aces Europe nelle strutture e impianti sportivi. Berlangieri e Orso: "Promuovere lo sport tutto l'anno"

Savona. Si è tenuta oggi, nella Sala del Consiglio Comunale di Savona, la presentazione della candidatura della “Italian Riviera” a Comunità Europea dello Sport 2020, alla presenza di Alberto Orso, presidente UPACES, Angelo Berlangieri, presidente UPASV, Paolo Ardenti, consigliere regionale della Liguria in rappresentanza della Vice Presidente della Regione Liguria Sonia Viale.

comunità europea dello sport

“La candidatura della Italian Riviera a Comunità Europea dello Sport 2020 rappresenta un’opportunità unica e senza precedenti per il nostro territorio, sotto il punto di vista sportivo, turistico e sociale”, ha dichiarato il presidente UPACES Alberto Orso. “Uno sforzo congiunto da parte di enti diversi e di tutti i comuni coinvolti che, uniti e compatti, hanno collaborato per raggiungere questo importante obiettivo comune, nell’ottica della promozione dello sport per tutto l’anno, che siamo certi possa portare ricadute benefiche sull’economia del nostro territorio”.

Per il brand “Italian Riviera” si punterà sulle discipline sportive legate al mare, ma anche per tutto il settore dell’outdoor, in continua crescita. Nell’ambito della candidatura, inoltre spazio e promozione anche per tutti gli sport tradizionali.

comunità europea sport

La candidatura a Comunità Europea dello Sport è stata ufficializzata grazie al coordinamento operativo svolto dall’Unione Provinciale Albergatori, che ha ideato il brand turistico-sportivo di “Italian Riviera”. Questa è composta dai comuni rivieraschi di Andora, Laigueglia, Alassio, Albenga, Ceriale, Cairo Montenotte, Borghetto, Loano, Pietra Ligure, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Savona, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze più il comune di Boissano.

L’Upa ha inoltre costituito, per sostenere la proposta, una associazione sportiva dilettantistica, “UpAces”, che si è occupata di elaborare il dossier di candidatura da sottoporre alla commissione giudicante e di gestire anche la visita della delegazione del comitato di valutazione di Aces Italia. In questi giorni i commissari hanno visionato alcuni dei principali impianti e strutture sportive del territorio savonese.

Fin dalla sua fondazione nel 1999, Aces Europe (associazione no profit con sede a Bruxelles che dal 2001 assegna i riconoscimenti di Capitale, Comunità, Città, Comune Europeo dello Sport) si pone l’obiettivo di promuovere lo sport tra i cittadini dell’Unione Europea, in particolare verso i bambini, gli anziani ed i disabili. Aces Europe si rivolge ai municipi candidati, per i titoli di Capitale, Comunità, Città o Comune Europeo dello Sport e tale progetto si materializza in cinque obiettivi principali: divertimento con l’esercizio fisico; disponibilità a raggiungere gli obiettivi; rafforzare il senso di appartenenza alla comunità; imparare il fair play e migliorare la salute. Il riconoscimento di Comunità Europea dello Sport è riservato alle “community” che presentano caratteristiche di eccellenza e valori condivisi in tema di sport, benessere e qualità della vita. Il titolo viene assegnato ogni anno a due comunità italiane da Aces Europe.

“Le prospettive credo che siano ottime, abbiamo presentato tutta l’offerta sportiva del nostro comprensorio, le associazioni e gli eventi in un giorno e mezzo di visite per la Riviera complice anche lo splendido paesaggio, il clima e soprattutto l’immensa passione di tutte le nostre associazioni sportive. Ma noi abbiamo anche una carta da giocare in più rispetto ai nostri competitor: ed è quella del turismo outdoor. Ora, incrociamo le dita e non resta che aspettare novembre per sapere il risultato” ha sottolineato il presidente UPA Angelo Berlangieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.