IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gran Prix Csen, Wakam c’è: bronzo per Andrea Molinatto

Nella terza tappa utile esperienza anche per Steven Rinaldi e Manuele Isnardi

Noli. Sabato 12 maggio, a Gattinara, in provincia di Vercelli, si è svolta la terza tappa del Gran Prix Csen 2018. Dopo un periodo durante il quale la Wakam ha preferito rimanere distanti dalle competizioni per riorganizzare programmi e obiettivi, la società nolese ha partecipato al fine di verificare lo stato della sua arte.

Dopo mesi di lavoro preparatorio c’è l’esordio nel Kata di Andrea Molinatto, che si porta a casa una medaglia di bronzo. “Trasformare un atleta che ha deciso di abbandonare il Kumite agonistico per passare al Kata, è impresa ardua – spiega Davide Nizza, presidente della Wakam -. Le caratteristiche delle due specialità sono molto differenti e si basano su principi quasi contrapposti. Lo scopo di questo esordio era verificare a che punto siamo con questa ‘trasformazione’. Il risultato, compreso di podio, dimostra che il programma e l’impegno di Andrea viaggiano paralleli. Avanti così”.

Per il Kumite, Steven Rinaldi e Manuele Isnardi hanno partecipato senza ottenere un piazzamento sul podio, ma non era lo scopo principale di questa gara. “Stiamo lavorando sulla tattica del combattimento e ognuno di loro aveva il compito di sperimentare e verificare quanto si è fatto in palestra – prosegue Nizza -. Ci sono riusciti. Con avversari difficili, hanno raggiunto il loro risultato, mettendo nel loro bagaglio sportivo altra esperienza, utilissima per continuare lo studio tecnico e tattico che stiamo facendo“.

Una trasferta interessante sotto molti punti di vista, ci siamo divertiti, abbiamo raggiunto gli obiettivi che ci eravamo prefissati e abbiamo pure portato a casa una medaglia. Non poteva andare meglio, almeno dal nostro punto di vista. Si sta avvicinando la pausa agonistica estiva, il periodo ideale per dedicarsi alla preparazione atletica e all’affinamento della tecnica, per poi ripartire a settembre con importanti appuntamenti sportivi. Abbiamo obiettivi ambiziosi – conclude il presidente della Wakam -, cercheremo di raggiungerli; anche se l’obiettivo principale resta e resterà sempre quello di stare insieme e continuare ad avere piacere nel fare karate“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.