IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giustenice, sindaco e prefetto sottoscrivono il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”

In arrivo nuove telecamere di sorveglianza. E si lavora ad azioni per la prevenzione ed il contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa

Giustenice. Negli ultimi mesi anche Giustenice, paese della Val Maremola, è stato teatro di diversi furti e tentativi di furti ai danni di cittadini e abitazioni private. Proprio per questo, oggi il sindaco della cittadina, Mauro Boetto, ha sottoscritto in Prefettura a Savona (alla presenza del Prefetto Antonio Cananà) il “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”.

“La sicurezza dei cittadini e dei loro beni, per noi, è sempre stata e sempre sarà una priorità – spiega il primo cittadino – Il Comune di Giustenice è dotato, da alcuni anni, di una serie di telecamere, collegate con il corpo di polizia municipale locale Pollupice, ma la volontà dell’amministrazione è quella di implementare questo tipo di tecnologia su tutto il territorio comunale. In questi ultimi mesi abbiamo lavorato molto in questo settore, predisponendo un progetto finalizzato ad implementare considerevolmente il numero di telecamere di videosorveglianza presenti sul territorio, anche grazie alla possibilità data dall’ emissione, da parte del ministero degli interni, della procedura di ammissione al finanziamento statale dei progetti comunali di implementazione dei sistemi di videosorveglianza tecnologicamente avanzati”.

La sottoscrizione del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana” è infatti un “accordo e un patto propedeutico per reperire importanti finanziamenti che ci consentiranno di aumentare ulteriormente il controllo in punti strategici (tutte le vie di accesso e di fuga del paese oltre che ad alcuni punti strategici del paese), per garantire ai residenti e ai turisti una realtà sempre più sicura e accogliente”.

“Il Comune, dunque, di concerto con la Prefettura e le sempre presenti forze dell’ordine, che ringrazio pubblicamente, hanno intenzione di intervenire in maniera decisa in materia di sicurezza urbana, attraverso azioni volte alla prevenzione e contrasto dei fenomeni di criminalità diffusa e predatoria e alla promozione del rispetto del decoro urbano. Questi bandi di finanziamento ministeriale sono molto importanti per supportare anche le piccole realtà come le nostre che non dispongono di grandi risorse finanziarie”.

Prosegue Boetto: “L’incontro con il Prefetto è stata anche l’occasione per parlare, in modo approfondito, della sicurezza pubblica nel comune di Giustenice e dell’entroterra, allo scopo di individuare misure condivise e azioni congiunte volte a contrastare più efficacemente quei fenomeni di microcriminalità, degrado urbano e disagio sociale che incidono negativamente sulla vivibilità della cittadinanza, finendo per alimentare la percezione di insicurezza dei cittadini. Tra le varie azioni che possono essere intraprese, nel prossimo futuro e a seguito di autorizzazione della stessa Prefettura, anche la regolamentazione delle iniziative di ‘Controllo di Vicinato’ in modo da promuovere la partecipazione diretta dei cittadini alla cura del proprio territorio, attraverso attività di mera osservazione e segnalazione di situazioni di illegalità alle forze di polizia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.