IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giunta regionale “itinerante” ad Imperia: ok ai fondi per la pulizia degli alvei del Savonese

Per la manutenzione dei fiumi alla provincia di Savona andranno 539.148 euro

Regione. Si è svolta questa mattina a Imperia, nella Sala Consiliare della Provincia, la seduta ordinaria della Giunta regionale. È stata l’ultima del primo ciclo di “giunte itineranti” nel territorio ligure, dopo quelle che si sono tenute a Savona (22 aprile 2016) e La Spezia (5 agosto 2016).

“Come già accaduto nelle precedenti giunte itineranti – ha detto il Presidente Toti – la seduta odierna è stata dedicata prevalentemente a temi locali, che riguardano aspetti specifici o sono molto rilevanti per le necessità di questo territorio. Penso che sia non solo un segnale, ma anche un metodo efficace di prossimità al territorio portare l’attività della Giunta nelle città principali della Regione”.

“Ci siamo messi in ascolto, abbiamo tratto indicazioni proficue e abbiamo dato risposte concrete. Siamo ormai oltre la metà del nostro mandato e possiamo dire di aver ridotto significativamente la distanza tra il centro e la periferia di questa regione” conclude Toti.

Di seguito l’elenco, in sintesi, dei principali provvedimenti adottati.

SANITÀ

PROGRAMMA AMMODERNAMENTO ATTREZZATURE TECNOLOGICHE – Via libera, su proposta della vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, alla prima fase da 25 milioni di euro del Programma di ammodernamento delle attrezzature tecnologiche del sistema sanitario ligure. Le risorse verranno impiegate nell’acquisto di 24 grandi macchinari, tra cui due acceleratori lineari per la Asl1 Imperiese.

Il Piano Sociosanitario prevede l’implementazione del parco tecnologico e analizza il fabbisogno per gli anni 2016-2018: in questo contesto Alisa, insieme alle aziende sanitarie e ospedaliere, ha esaminato la situazione esistente e ha predisposto un programma di acquisizione, individuando le priorità in base a criteri di obsolescenza e alle necessità aziendali. Per la prima fase la scelta è ricaduta sulle grandi apparecchiature, quelle più costose (ad esempio acceleratori lineari, tac multistrato, gamma camera, risonanze magnetiche total body), per fare economia di scala rispetto agli stessi acquisti da parte della singola Asl e permettere anche alle aziende di liberare risorse che erano già impegnate a bilancio da impiegare per la sostituzione di ulteriori tecnologie.

CULTURA

LABORATORI TERRITORIALI DIGITALI – La Giunta regionale ha dato mandato al settore informatica, con il supporto di Liguria Digitale, di procedere alla realizzazione di 5 laboratori dedicati alle nuove tecnologie per la didattica, di cui uno a Imperia in una sede a disposizione delle scuole e dei cittadini. I laboratori saranno a disposizione delle scuole e dei cittadini e dotati delle migliori tecnologie per servizi interattivi come ad esempio la realtà aumentata, in modo che i giovani possano acquisire nuove competenze per il proprio futuro.

PROGETTIAMOCI IL FUTURO – Avviato, su proposta dell’assessore alla Formazione Ilaria Cavo, #progettiamocilfuturo, percorso di orientamento per le scuole liguri e per gli enti di formazione professionale con un investimento di 1,5 milioni di euro per i prossimi tre anni. La Giunta ha scelto di portare il provvedimento a Imperia per sottolineare come sia importante realizzare attività in tutti i territori. Il progetto ha visto il coinvolgimento di oltre 4500 studenti a livello regionale dal 2016 ad oggi. Nei due anni di sperimentazione, Imperia ha raddoppiato il numero degli studenti che hanno visitato le aziende ed è anche raddoppiato il numero delle aziende disponibili a ospitare i ragazzi. Il 24 maggio verrà realizzato un incontro rivolto agli studenti con esperti di LinkedIn per il quale vi sono già 150 prenotazioni, mentre per il prossimo anno oltre il 70% degli istituti superiori ha già dato la propria adesione per partecipare al progetto di orientamento. Un investimento “diffuso” che vuole offrire a tutti i ragazzi liguri la possibilità di fare scelte consapevoli per il proprio futuro.

TURISMO

OUTDOOR – Creare prodotti turistici collegati al turismo all’aria aperta e realizzare un festival dedicato all’outdoor. È quanto proposto alla giunta regionale dall’assessore al Turismo Gianni Berrino, nell’ambito del programma di cooperazione transfrontaliera Alcotra 2014-2020 Mito-Modelli integrati per il turismo outdoor. Il progetto, con un budget complessivo per la Liguria di circa 985mila euro, ha come obiettivo la creazione di percorsi outdoor che valorizzino anche i prodotti enogastronomici del territorio e delle regioni limitrofe, aderenti al progetto, con il coinvolgimento di operatori e associazioni locali, in sinergia con i Comuni e il Parco delle Alpi liguri.

AGRICOLTURA E PESCA

MURETTI A SECCO – Implementato con 3 milioni di euro, su proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura Stefano Mai, il bando Psr-Programma sviluppo rurale 2014-2020 (sottomisura 4.4) per i muretti a secco, elemento fondamentale della tradizione agricola ligure e del Ponente ligure. L’implementazione delle risorse del bando potrà consentire di andare incontro alle circa 3mila domande presentate da agricoltori, proprietari di terreni, imprese, enti pubblici singoli o associati per il ripristino dei muretti a secco crollati, la realizzazione di siepi, filari e piccoli invasi utili per la fauna selvatica.

PESCA – Approvata, su proposta dell’assessore regionale alla Pesca Stefano Mai, l’apertura di tre bandi Feamp-Fondo europeo per gli affari marittimi e pesca 2014-2020: misura 1.42 da 99mila euro per la valorizzazione dei prodotti, la qualità e l’utilizzo delle catture indesiderate (scadenza 11 agosto); misura 2.48 per investimenti produttivi destinati all’acquacoltura da 818mila euro (scadenza 16 luglio); misura 2.52 per la promozione di nuovi operatori dell’acquacoltura sostenibile da 80mila euro (scadenza 16 luglio).

PROTEZIONE CIVILE

MANUTENZIONE DEI FIUMI E PULIZIA DEGLI ALVEI – Stanziati un milione e 800mila euro, su proposta dell’assessore all’Ambiente e alla Protezione civile Giacomo Giampedrone, per la manutenzione e la gestione dei corsi d’acqua e per la difesa del suolo. Lo stanziamento è aumentato rispetto al 2017 (100mila euro in più), preso atto della sproporzione tuttora esistente tra esigenze di manutenzione e risorse disponibili, ed è stato deliberato con largo anticipo rispetto alla stagione delle piogge, in modo da consentire interventi tempestivi ai comuni cui è demandato il compito di individuare le priorità. I contributi, derivanti da fondi della protezione civile, andranno da un minimo di 4.000 ad un massimo di 30.000 euro. Le risorse sono state suddivise per le quattro province: alla provincia di Imperia 436.184 euro, alla provincia di Savona 539.148 euro, 537.847 euro alla provincia di Genova e 335.319 euro alla provincia della Spezia. La ripartizione è stata definita al 50% sulla base della superficie comunale, al 30% sulla base della popolazione e al 20% della superficie inondabile. La mappatura del reticolo idrografico regionale si stima in circa 29.000 km di lunghezza complessiva, pari a circa 0.7 volte la circonferenza terrestre.

URBANISTICA

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PUC (PIANI URBANISTICI COMUNALI) – Nuove linee guida approvate dalla Giunta, su proposta dell’assessore all’urbanistica Marco Scajola, per la redazione dei piani urbanistici comunali. Un vero e proprio manuale tecnico che completa lo scenario degli strumenti che vengono forniti ai comuni e ai progettisti e che consentirà anche alla Regione una più rapida ed agevole valutazione per l’approvazione dei piani urbanistici comunali. Le linee guida contengono tutti gli schemi delle norme generali del PUC e delle norme degli ambiti, di conservazione, riqualificazione e completamento, per le diverse tipologie previste dal regolamento regionale sulle dotazioni territoriali, dei distretti di trasformazione e per i territori boschivi, prativi e naturali; le indicazioni pratiche per il recepimento nel PUC della legge 49/2009 nota come “piano casa”; le indicazioni per l’informatizzazione del piano urbanistico, in modo che possa essere accessibile ad amministratori, tecnici e cittadini; gli schemi operativi per la determinazione del carico urbanistico complessivo del piano, articolato per le diverse componenti insediative (abitanti, addetti nelle attività produttive, turisti e altro)

CENTRO ANTIVIOLENZA – La Giunta regionale, su proposta del Presidente Giovanni Toti e dell’assessore all’Urbanistica Marco Scajola, ha deciso di procedere all’acquisto, da parte di Regione Liguria, dello stabile dove ha sede il Centro antiviolenza di corso Matteotti 28 a Imperia. L’iniziativa ha lo scopo di assicurare la permanenza del Centro e dei servizi di sostegno alle donne vittima di maltrattamenti e scongiurare la chiusura di una realtà d’eccellenza, punto di riferimento per il Ponente ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.