IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Discarica Ramognina, il sindaco Varazze: “Chiusura solo rimandata, no a strumentalizzazioni”

Il primo cittadino chiarisce sull'incontro pubblico a Casanova con al centro la discarica e le strade

Il sindaco di Varazze Alessandro Bozzano risponde alla minoranza varazzina e al consigliere Cerruti sull’assemblea pubblica di venerdì sera che si è svolta nella frazione di Casanova. “Venerdì sera l’amministrazione comunale di Varazze ha incontrato i cittadini di Casanova per discutere diversi temi importanti per la frazione e giocoforza per l’intera città. L’incontro si è svolto sulla piazza della frazione. Fatto molto significativo, perché rappresenta il rapporto vero e di vicinanza che ci deve essere tra cittadini e amministrazione – esordisce il primo cittadino varazzino -. La serata è proseguita in modo molto costruttivo e la presenza della giunta e dei consiglieri comunali di maggioranza intervenuti e, a disposizione dei cittadini, ha permesso di rispondere in modo preciso e puntale alle domande poste”.

“Ovviamente, il tutto trattato con atti e dati alla mano, senza quindi fare promesse elettorali lontane, ma solo parlando dell’evidenza dei fatti. Il tema principale di confronto è stato la chiusura e la gestione della discarica della Ramognina” spiega Bozzano.

“Sono state chiarite – aggiunge Bozzano – le motivazioni del perché la chiusura stessa sia stata rimandata al 2020, anziché al 2018, ovvero la disponibilità richiesta dalla Regione sullo stato emergenziale genovese sullo smaltimento del rifiuto, ma, soprattutto, l’obbligo del pretrattamento dello stesso, norma sopraggiunta dopo il nostro insediamento, che di fatto riduce il volume di rifiuto abbancato e quindi, essendo la chiusura legata al raggiungimento della soglia dei 350.000 mc, ha dilatato di poco i tempi”.

“Inoltre, sono stati chiariti tutti gli aspetti legati alla post gestione dell’impianto, che al momento dell’insediamento della mia amministrazione prevedeva un accantonamento di risorse esiguo mentre ora ammonta a 2.600.000 euro. Si è discusso anche della manutenzione e della pulizia delle strade provinciali, in via di risoluzione, dello sblocco di risorse importanti, circa 800.000 euro a favore della Provincia di Savona, necessarie a terminare 3 interventi alluvionali del 2010 molto a cuore agli abitanti di Casanova, della sicurezza e di altre opere”.

“Ricordo – continua Bozzano – che solo nel programma elettorale di Essere Varazze, ovvero l’attuale maggioranza, era prevista la chiusura della discarica della Ramognina e che l’obiettivo perseguito con atti e delibere pubbliche non sia cambiato ma solo di poco posticipato come sopra spiegato”.

assemblea discarica varazze

“Sono consapevole – sottolinea il primo cittadino – che a Casanova il problema della discarica, della manutenzione delle strade e della messa in sicurezza del territorio sia veramente sentito. Questo non è un problema solo degli abitanti della frazione, ma di tutta Varazze, a dimostrazione di ciò, tengo a rimarcare la presenza di tanti abitanti di tutta la città”.

“Cittadini frazionali e non, che ringrazio per aver partecipato e che sono certo saranno testimoni e veicolatori del messaggio portato in frazione dall’amministrazione. Spiace solo che ci sia in atto un tentativo di strumentalizzare l’incontro, screditando il nostro operato, questo non fa altro che accrescere confusione tra i cittadini su temi tanto importanti quanto delicati” conclude Bozzano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.