IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, malvivente ruba prodotti al Mercatò: vigilante lo insegue e rimedia una brutta distorsione alla caviglia

“Siamo bersagliati costantemente da ladri e sbandati: situazione ingestibile”

Più informazioni su

Ceriale. “Tanti, troppi gli episodi legati alla criminalità che si stanno verificando, in particolare nelle ultime settimane, al Mercatò di Ceriale. Temiamo anche per la nostra incolumità”.

È questa la denuncia, o meglio il grido d’allarme, lanciato da uno dei vigilanti che, quotidianamente, lavora presso il punto vendita di Ceriale.

“L’ultimo episodio, in ordine cronologico, è avvenuto ieri, una manciata di minuti dopo le 14, e mi è costato un infortunio che mi terrà lontano dal lavoro per alcuni giorni, – ha proseguito l’uomo, M.R. 46enne residente ad Albenga. – Mentre giravo tra gli scaffali, ho notato un giovane marocchino, con indosso un cappello, intento a prendere birre e profumi ma, una volta alla cassa, erano ‘magicamente’ spariti”.

“A quel punto l’ho fermato, chiedendo di poter controllare lo scontrino, ma ha dato in escandescenze e, dopo aver urlato, all’improvviso è fuggito dall’ingresso principale. Io l’ho inseguito, ma pioveva a dirotto e, una volta nel parcheggio, sono scivolato rovinosamente procurandomi una distorsione alla caviglia. Lui, invece, è sparito tra le serre alle spalle del supermercato, facendo perdere le sue tracce”.

A quel punto, il vigilante, nonostante il dolore, ha comunque cercato di terminare il suo turno lavorativo, salvo poi arrendersi per recarsi all’ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga, dove gli sono stati diagnosticati 5 giorni di prognosi.

“La situazione è ingestibile, – ha proseguito il vigilante con sconforto. – Al di là di quest’ultimo episodio, che mi ha visto coinvolto, basti pensare che nel weekend appena trascorso abbiamo fermato una decina di persone che tentavano di rubare. Sbandati entrano di frequente con borse vuote e le riempiono facendo finta di niente per poi tentare la fuga. Facciamo appello alle Forze dell’ordine per avere maggiori controlli prima che la situazione possa degenerare, con conseguenze anche peggiori rispetto a quelle che ho subito io”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.