IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale 2018, ecco la lista a sostegno della candidatura a sindaco di Arturo Moreno

Ufficializzata la squadra che fa riferimento a Quilici, non senza alcune stoccate all'avversario nel centrodestra Nicolangelo D'Acunto

Ceriale. Presentata questa mattina la lista civica “Ceriale al Centro” che fa riferimento a Rodolfo Quilici, con candidato sindaco Arturo Moreno. Si è conclusa così, con due liste separate, la vicenda del centro destra a Ceriale lasciando disattesa la richiesta di cercare di ricompattare la compagine che il governatore Giovanni Toti aveva rivolto ai suoi uomini sul territorio.

A solo 24 ore dalla chiusura della presentazione delle liste, un’ultima disperata ma inaccettabile e quasi provocatoria richiesta è stata avanzata dagli uomini di Forza Italia a Quilici proponendogli di entrare da solo nella lista di D’Acunto. Proposta provocatoria perché in pratica si è chiesto a Quilici di “mollare” la sua squadra, che nel frattempo si era ulteriormente rafforzata, raccogliendo moltissimi consensi ed adesioni.

“Non avrei mai abbandonato la mia motivata squadra per una poltrona, dopo giorni e notti passati a costruire, con amici fidati, un programma ricco di progetti per governare al meglio Ceriale” afferma Quilici. “Soprattutto tutti i vertici dei partiti sapevano esattamente che ben diversi erano i termini della proposta che Fratelli d’Italia, per mano del suo Commissario Pier Paolo Pizzimbone, aveva avanzato a Lega e Forza Italia, nei primi giorni di maggio: 2 nomi – senza veti – da inserire in una lista unica di centro-destra”.

“Tuttavia la squadra di D’Acunto si era arroccata in una rigida chiusura ai nomi avanzati. Una proposta che se accolta a tempo debito avrebbe potuto portare ad una lista unica, come autorevolmente richiesto dal Governatore Toti”. “L’apertura al dialogo, con il placet dei vertici provinciali dei partiti, è purtroppo arrivata troppo tardi, forse di proposito, con disponibilità all’inserimento unicamente del mio nominativo” – aggiunge Quilici. “La proposta di aprire solo alla mia persona è stata da me fermamente rifiutata per non abbandonare la squadra, tuttavia abbiamo comunque risposto con spirito di collaborazione, per ottemperare alle richieste dei vertici provinciali, cercando di aprire in extremis un dialogo con D’Acunto, il quale però suggerito dai vertici di Forza Italia e Lega, ha negato ogni possibile apertura dichiarando che la sua lista era ormai chiusa”.

“I responsabili di questa situazione, che mette a rischio il successo del centro destra, ne risponderanno davanti ai cittadini cerialesi che stanno capendo con quanta caparbia ostinazione un certo gruppo di persone, portavoce di interessi personali, abbia poco democraticamente affrontato la corsa alle elezioni”. “Per quanto riguarda la scelta del candidato sindaco, dopo aver ben ponderato tutte le opzioni sul tavolo, di comune accordo, la squadra ha deciso di convergere sul nome di Arturo Moreno: con i suoi 10 anni di esperienza nella pubblica amministrazione e la profonda conoscenza di tutte le problematiche e le potenzialità di Ceriale, Moreno merita ampiamente questo importante ruolo”.

“Io affiancherò fattivamente, con tutte le mie energie, il nuovo sindaco nello svolgimento del suo mandato” – precisa Quilici – “ma ho ritenuto di non portare avanti la mia candidatura per dare un’ ulteriore dimostrazione di integrità morale, a conferma che il mio coinvolgimento nel formare una lista è stato motivato solo dalla ricerca del bene di Ceriale e non dall’obbiettivo di acquisire una poltrona”. Ora pensiamo al programma, che si prefigge di migliorare Ceriale e di renderla ancora più attrattiva turisticamente, e ai cittadini. Lavoreremo senza tregua per far conoscere i contenuti del nostro programma a tutti e per far capire le differenze sostanziali che ci separano dai nostri avversari politici. E i nomi per i quali chiediamo il voto dei cittadini di Ceriale, con certezza e garanzia, in caso di vittoria, di un “buon governo” conclude.

Ecco i nomi della lista: Arturo Moreno – Titolare di attività alberghiera Quilici Gian Rodolfo – Broker finanziario Garofalo Roberto – Imprenditore edile Ranieri Maurizio – Commerciante Mistretta Santo – Commerciante Giovinazzo Silvana – Cuoca Roatta Gian Carlo – Pensionato Caputo Diego – Impiegato Cappello Gian Paolo – Agricoltore Gaggero Massimo – Impiegato Allocco Giulia – Casalinga Lampasi Natascia – Dottore in Giurisprudenza.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.