IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bocce in Campo: una mattinata di gioco per i bambini delle elementari di Albenga foto

Si è svolta la fase conclusiva del quarto anno del progetto, con il supporto della Fib e della bocciofila Unione Sportiva Palasport

Albenga. Questa mattina, venerdi 4 maggio, al palasport dell’unità bocciofila di Albenga si è svolta la fase conclusiva del quarto anno del progetto Bocce in Campo, nato nel 2015 dall’idea della consigliera comunale alle politiche giovanili Camilla Vio, in coordinazione con l’ufficio sport in cui con grande entusiasmo e passione ha lavorato e seguito il progetto fin dalla sua prima edizione la compianta Cristina Bettarelli recentemente scomparsa.

Il Comune di Albenga anche quest’anno è riuscito a riproporre l’offerta alle scuole, come attività didattica sportiva alternativa, grazie soprattutto al supporto della Federazione Italiana Bocce e alla bocciofila Unione Sportiva Palasport di Albenga sotto la direzione di Stefania Verando e Giacomo Mele.

Dopo diversi incontri di preparazione ed educazione al gioco delle bocce nelle scuole, i 160 bambini delle elementari Paccini si sono confrontati con gli altri compagni e gli agonisti della bocciofila direttamente sul campo; alla fine della mattinata hanno consumato una piccola merenda offerta dal Comune.

Ai partecipanti sono stati consegnati gli attestati di partecipazione al progetto e i tesserini della Fib. Un rapporto che non finisce con questa bella iniziativa: la Federazione Italiana Bocce, infatti, rilascerà tessere scolastiche di partecipazione al progetto Bocce in Campo e gli alunni potranno così ampliare e praticare lo sport presso le società affiliate alla federazione.

Spiega Camilla Vio: “È un progetto nato dalla voglia di avvicinare generazioni diverse, nel tentativo di mettere in contatto questi due mondi e far comprendere ai giovani quanto sia importante sapersi relazionare con gli adulti e saper comunicare condividendo, ad esempio, anche qualche ora di sport insieme. Uno sport, quello delle bocce, che richiede un alto livello di concentrazione che spesso oggi viene a mancare, date le troppe distrazioni. Credo che il palazzetto sia davvero una realtà importante per la nostra città, perché svolge una grande attività di aggregazione e svago per tutte le età, quindi è giusto far conoscere questa struttura anche ai più piccini. Ogni anno è un’emozione entrare nel palazzetto e vederlo animato di bambini alle prese con il gioco delle bocce affiancati dai professionisti della bocciofila sempre pronti ad insegnare e far appassionare nuovi piccoli atleti”.

Gli organizzatori ringraziano l’azienda Peirano Bibite di Albenga che ha sponsorizzato l’evento. Un plauso particolare va all’insegnante Donatella Arnaldi coordinatrice del progetto, a tutte le insegnanti intervenute e alla funzionaria comunale Angela Elena per aver seguito e organizzato insieme ai collaboratori dell’ufficio tutto al meglio garantendo una perfetta riuscita dell’iniziativa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.