IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Autostrade, il paziente è malato… In fase terminale

La riflessione del presidente Comitato Casello Albamare

Autostrade il paziente è grave, ma lo è da troppo tempo, credo che sia in fase terminale. Chi scrive è nato ad Albissola Marina, vissuto anche ad Albisola Capo, studiato all’università a Genova, e lavorato all’Ansaldo tutta la vita. E’ “nato” e “vissuto” nel caos più totale e più grave dell’intera regione: Albisola! Ha “abusato” dei trasporti ferroviari e degli autobus ed esausto ha scelto l’auto per gli ultimi della sua vita lavorativa a Genova!

Ieri sono andato tra le 10 e le 12 (naturalmente in scooter, l’unico mezzo che riesce a muoversi!), da Valleggia dove attualmente abito, a Varazze! Coda da Savona-Vado a Savona centro ad Albisola e ritorno. Coda quasi ferma. E’ mai possibile?

Sono decenni che il sistema infrastrutturale del ponente ligure è sempre ai limiti: basta poi un incidente che il tutto si blocca con gravissime ripercussioni sulla vivibilità, economia, ecc ecc.

Ma c’è un gravissimo ma! La politica! In Calabria si sono mossi: hanno chiesto una nuova autostrada e l’hanno ottenuta. Genova ha chiesto una Gronda e l’ha ottenuta.

La politica del ponente ligure va in ordine sparso e sopratutto con le idee del tipo “poche idee ma confuse”!

Io personalmente ho fatto molte proposte a livello locale, tra cui:

1) 1990 bypass autostradale tra il casello di Celle Ligure e quello di Savona-Vado con conseguente utilizzo dell’attuale tratto autostradale (quello con gli incidenti frequentissimi di TIR ed altro) come Aurelia bis

2) casello Albamare e tunnel sottoporto per instradare direttamente il traffico per il porto di Savona, il centro città e l’ospedale, senza occupare 5 km di strade intasate sia a levante che a ponente di Savona

3) un mega park per TIR da almeno 1000 posti (area individuata)

Le manchevolezze “principali” sono queste tre, almeno a Savona e dintorni. Questi tre interventi darebbero un grande sollievo locale.

Ma proprio non basta! A seguito della Gronda bisognerebbe fare un ragionamento più ampio e prendere una decisione rapida sull’autostrada da Varazze ad Albenga: tre corsie per senso di marcia! Con due corsie è pericolosissimo per un automobilista percorrere questa strada: i TIR sono uno di seguito all’altro ed ovviamente agli automobilisti resta una sola corsia, ma solo quando i TIR non si sorpassano!

Non si può andare avanti così! L’unica decisione con un qualche effetto immediato sarebbe quella di eliminare i TIR dall’autostrada e mandarli via nave o ferrovia. MA, MA, MA: si deve urgentemente pensare ad una autostrada adeguata alle esigenze attuali e future!

Toti dice: coinvolgere le Prefetture? Abbiamo già visto a Celle Ligure! Questa è pastiglia di aspirina per curare un tumore con metastasi!

Da decenni passiamo da una emergenza all’altra: è ora di pensare di passare alla “normalità”!

Comitato Casello Albamare
il Presidente
Paolo Forzano

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.