IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, la minoranza: “Anziché trasferire il mercato Cangiano ha preferito mandare il suo vice Tomatis a pedalare…”

Soddisfatti Ciangherotti, Perrone e Porro: "Un progetto insensato, in una zona già congestionata, che non soddisfa gli operatori dei banchi"

Albenga. “Apprendiamo con non poca soddisfazione il ravvedimento tardivo dell’amministrazione Cangiano sull’insensato progetto di trasferire il mercato comunale del mercoledì sul lungocenta Croce Bianca, in una zona prima di tutto già altamente congestionata nella viabilità per l’ingresso di una scuola materna elementare e media, con quasi mille alunni iscritti e frequentanti. La novità studiata dal dott. Riccardo Tomatis e dal suo collega Manlio Boscaglia non soddisfa gli operatori dei banchi, numerosi commercianti di Via Dalmazia e soprattutto non si fonda neppure su criteri di ragionevolezza, sicurezza e buon senso”. E’ l’accusa lanciata dai consiglieri comunali di Albenga Eraldo Ciangherotti, Ginetta Perrone e Cristina Porro.

“Bene ha fatto il sindaco Cangiano a stoppare il suo vice Riccardo Tomatis e a mandarlo a pedalare – aggiungono – invitando la giunta comunale a studiare altre soluzioni condivise con i commercianti a data da destinarsi”.

“Considerato che per il periodo estivo ed autunnale il mercato, su scelta del sindaco Cangiano, continuerà a restare dove si trova oggi – concludono – chiediamo all’intera amministrazione comunale in scadenza di mantenere l’attuale assetto e di lasciare la valutazione di eventuali altre soluzioni di valorizzazione del mercato comunale al prossimo governo di centrodestra che, nel favorire migliori condizioni di viabilità per i residenti di via Dalmazia, non intende colpire con l’isolamento forzato le partite iva che con fatica resistono per sopravvivere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.