IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio 2018, Melgrati: “Per la movida un tavolo tecnico permanente”

Ecco la posizione del candidato sindaco: "Alassio deve essere una città viva aperta al turismo giovanile nel rispetto delle regole"

Alassio. “Il compito di un sindaco non è nascondere i problemi ma quello di affrontarli e il punto di partenza è sempre la conoscenza diretta e la discussione con l’utente. Ecco perché come ho ribadito ieri nell’incontro al Liquid, con i titolari di bar e ristoranti che utilizzano la musica come attrazione, è necessario un tavolo tecnico tra operatori del divertimento notturno legato anche all’attività di pubblici esercizi e manifestazioni e gli albergatori e i proprietari delle abitazioni”.

Queste le parole del candidato sindaco Marco Melgrati in tema di movida, uno dei punti al centro della campagna elettorale alassina in vista del voto del 10 giugno.

“In merito alle dichiarazioni apparse sui media corre l’obbligo di ricordare che i titoli dei giornali per ovvie ragioni comunicative vengono amplificati e ingigantiti per attirare la giusta attenzione del lettore. In particolare in tema di possibile inquinamento acustico occorre sempre contemperare le esigenze di chi svolge una attività rumorosa con quelle di chi invece ne è estraneo e ha diritto al riposo; in particolare i clienti degli alberghi che sono situati nelle zone “calde” e centrali della città” spiega Melgrati.

“E’ chiaro quindi che il compito di una civica amministrazione è sempre quello di bilanciare gli interessi, anche diversi, delle rispettive categorie imprenditoriali; per questo motivo ho proposto un tavolo di contrattazione dove, sia ben chiaro, siano definite le manifestazioni e gli intrattenimenti per i quali sarà possibile, negli orari concordati, e come previsto dalla normativa di settore, predisporre le deroghe acustiche del caso”.

“Insomma per tornare alla metafora del Turismo locomotiva di Alassio, il passaggio avviene su un sistema binario: possibilità di relax e riposo del turista e del cittadino e occasioni di svago e divertimento comunque nel rispetto dei parametri previsti dalla legge. Solo una collaborazione e uno sforzo corale di buon senso tra tutte le categorie e l’amministrazione comunale ci potrà permettere di riportare Alassio al ruolo di perla turistica e attrattiva della Riviera” conclude il candidato sindaco alassino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.