IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio 2018, l’endorsement di Ciangherotti: “Con il binomio Olivieri-Canepa vince Alassio”

Il consigliere forzista albenganese è intervenuto sulle amministrative alassine palesando il suo appoggio alla lista “Canepa Sindaco”

Alassio. “Con il binomio Olivieri-Canepa vince Alassio”. Parola del consigliere albenganese di Forza Italia, che è intervenuto sulle amministrative alassine palesando il suo appoggio alla lista “Canepa Sindaco” in vista delle comunali 2018.

“Sono convinto che l’arrivo ad Alassio, domani alle 17, del presidente della Regione Giovanni Toti aiuterà a dare manforte al centrodestra compatto per la rielezione di Enzo Canepa come sindaco di Alassio, confermando la fiducia che Forza Italia e la coalizione nutrono verso chi, in questi cinque anni, ha governato bene la sua città”, ha spiegato Ciangherotti.

“Spiace, ovviamente, che non tutti abbiano condiviso e anzi tradito quel cosiddetto ‘modello Toti’ che, in pochi anni, ha portato il centrodestra unito a conquistare e ben governare la Regione Liguria, Genova, Savona, La Spezia”.

“Sono sicuro, però, che ad Alassio il buon governo di Canepa e della sua squadra, alla fine vincerà. Un segnale importante è l’ingresso in lista di Piera Oliveri, una persona fidata e di grande spessore, che ho avuto modo di conoscere e apprezzare quando ero assessore della giunta Guarnieri, e lei responsabile dell’ufficio turismo di Albenga: proprio per essere semplicemente alassina, ha avuto l’intelligenza di superare le ideologie e i campanilismi per mettersi a disposizione del suo territorio”.

“Piera ha capito che, in questo momento storico, soprattutto a livello amministrativo, le categorie novecentesche sono superate ed è ora di affrontare i gravi problemi della gente senza paraocchi ideologici, ma con soluzioni serie e concrete, e su questo Piera è maestra. Ha compreso che Alassio non deve guardare al passato, ma rivolgere lo sguardo al futuro”.

“Albenga ha un debito con Piera per il suo impegno nell’organizzazione, sin dall’inizio, del Palio dei Rioni, nella promozione all’estero di Fior d’Albenga, nella rinascita del Concorso pianistico diventato con lei un evento internazionale. Tutta Alassio con lei in squadra al fianco di Canepa sindaco non sbaglia”, ha concluso il consigliere albenganese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.