IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I vini della Riviera ligure a Vinitaly, Mai: “La vetrina migliore per le nostre eccellenze”

Questa mattina la presentazione nella sede dell’Enoteca Regionale di Ortovero, gestita da Vite in Riviera

Più informazioni su

“Liguria del gusto e quant’altro” è il titolo di questa rubrica curata da noi, Elisa (alla scrittura) e Stefano (alle ricerche), per raccontare i gusti, i sapori, le ricette e i protagonisti della storia enogastronomica della Liguria. Una rubrica come ce ne sono tante, si potrà obiettare. Vero, ma diversa perché cercheremo di proporre non solo personaggi, locali e ricette di moda ma anche le particolarità, le curiosità, quello che, insomma, nutre non solo il corpo ma anche la mente con frammenti di passato, di cultura materiale, di sapori che si tramandano da generazioni. Pillole di gusto per palati ligustici.

elisa stefano pezzini

“La Liguria del vino sta crescendo in maniera esponenziale dal punto di vista della qualità, e la Regione cerca di venire incontro ai produttori in ogni modo, compreso quello di appoggiarli nel fare promozione internazionale. E Vinitaly è, sicuramente, la vetrina migliore per promuovere le nostre eccellenze vitivinicole”: Stefano Mai, assessore regionale all’Agricoltura, “battezza” così la partecipazione della rete di impresa Vite in Riviera al prossimo Vinitaly, in programma a Verona dal 15 al 18 aprile.

La presentazione nella sede dell’Enoteca Regionale di Ortovero gestita, appunto, da Vite in Riviera. Il suo presidente, Massimo Enrico, ha parlato ad associati e giornalisti spiegando la partecipazione alla grande kermesse veneta: “Per la prima volta, anzichè essere ospitati nello stand della Regione e dell’Enoteca Regionale, abbiamo uno stand nostro, grazie all’impegno degli associati, ma soprattutto alla misura 3.2 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020, che sostiene in maniera forte la promozione del territorio e dei prodotti liguri. Vite in Riviera avrà un intero spazio dedicato ai vini e agli olii del Ponente Ligure, che occuperà lo Stand D4 del Padiglione 12. Un impegno importante, in uno stand importante, con colori rilassanti e totem dove si spiegano vini, vitigni, sapori e territorio. Andiamo con ben 99 etichette per le nostre diverse doc e igp, con vini di altissima qualità e con prodotti come i patè per gli assaggi. Siamo convinti che, comunque vada, sarà un successo per la nostra Rete di impresa, ma per tutto il territorio, le province di Savona e Imperia, da dove vengono i nostri associati: Pigato, Vermentino, Ormeasco, Rossese di Dolceacqua, Rossese di campochiesa, Granaccia saranno i nostri ambasciatori del gusto ligure”.

Bruco, il degrado del fratello minore

Accanto alle degustazioni che i visitatori (lo scorso anno furono 128 mila provenienti da tutto il mondo) potranno gustare ai banconi dello stand, ci saranno eventi dedicati alla divulgazione dei vini e un convegno sui 30 anni della doc Riviera Ligure di Ponente. Eccoli di seguito:

Domenica 15 aprile 2018
orario 12-13
VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE PIGATO E VERMENTINO

Lunedì 16 aprile 2018
orario 12-13
VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE ORMEASCO E ROSSESE DOLCEACQUA

Martedì 17 aprile 2018
orario 12-13
VIAGGIO ATTRAVERSO I VITIGNI DEL PONENTE LIGURE DEGUSTAZIONE ROSSESE E GRANACCIA

Da domenica 15 a martedì 17 aprile 2018
orario 13-14
CONVEGNO: I 30 ANNI DELLA DENOMINAZIONE RIVIERA LIGURE DI PONENTE DOC”

Vite in Riviera, nata nell’ottobre 2015 con la sottoscrizione del Contratto di Rete, vede la Cooperativa Viticoltori Ingauni quale capofila e ben altre 24 aziende vitivinicole ed olivicole, ubicate tutte tra le provincie di Savona ed Imperia, con l’obiettivo di divulgare e promuovere i vini e gli oli liguri della Riviera di Ponente. Ed ecco le 25 aziende (producono i 2/3 del vino nel Ponente) aderenti alla Rete Vite in Riviera: A Maccia (Ranzo), Anfossi (Bastia d’Albenga), Arnasco (Arnasco), BioVio (Bastia), Bruna (Ranzo) Cantine Calleri (Salea d’Albenga), Feipu dei Massaretti (Bastia), Cascina Nirasca (Pieve), Cascina Praiè (Andora), Coop Olivicola (Arnasco), Durin (Ortovero), Enrico Dario (Bastia), Foresti (Camporosso), Guglierame (Pornassio), Innocenzo Turco (Quiliano), La vecchia cantina (Salea), Lombardi (Terzorio), Gracale (Sanremo), Poggio Gorleri (Diano Marina), Ramoino (Chiusavecchia), Sommariva (Albenga), Maffone (Pieve di Teco), Torre Pernice (Albenga), Vio Claudio (Vendone), Viticoltori ingauni (Ortovero).

Liguria del Gusto è la rubrica gastronomica di IVG, con uscite al lunedì e al venerdì: clicca qui per leggere tutti gli articoli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.