IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trofeo Città di Loano: la sfida internazionale promette spettacolo

Grande attesa per la corsa in programma domenica sulle strade della Riviera delle Palme

Loano. Mancano ormai pochi giorni al via della 46ª edizione del Trofeo Città di Loano e la prima sfida internazionale del 2018 riservata agli Juniores che si correrà sulle strade italiane promette spettacolo grazie ad un parterre di talenti di primissimo livello.

Il grande lavoro dello staff del Velo Club Loano – Cicli Anselmo ha consentito anche quest’anno di radunare al via il meglio del ciclismo giovanile europeo che si confronterà lungo i 127,3 chilometri in programma per premiare il successore del francese Jeremy Montauban (Chambery Cyclisme) che lo scorso anno si è aggiudicato questa prestigiosa classica loanese.

Anche quest’anno abbiamo puntato sulla qualità dei partecipanti e su di un percorso ormai collaudato che ha dimostrato negli anni di essere molto selettivo per garantire agli esigenti appassionati delle due ruote una gara all’altezza della storia e del blasone del Trofeo Città di Loano – ha spiegato il presidente del Velo Club Loano – Cicli Anselmo, Domenico Anselmo -. Domenica alle 13,20 muoveremo da piazza Italia con un gruppo composto dai migliori atleti del panorama europeo per una sfida che sarà incerta sino all’ultimo metro. Voglio ringraziare sin d’ora l’amministrazione comunale di Loano e i tanti sponsor che ci hanno consentito di mettere in cantiere questo appuntamento. Un grande riconoscimento va anche ai tantissimi volontari che domenica saranno impegnati lungo il percorso per garantire la sicurezza degli atleti in gara: ci aspettiamo una gara ricca di emozioni, tutta da vivere, dal primo all’ultimo chilometro”.

Anche questo fine settimana la nostra città ospiterà un evento sportivo di livello internazionale – aggiungono il sindaco di Loano Luigi Pignocca e l’assessore a turismo, cultura e sport Remo Zaccaria -. Da 46 anni il Trofeo Città di Loano rappresenta uno degli appuntamenti più attesi della stagione ciclistica regionale e nazionale. L’edizione di quest’anno, poi, potrà contare sulla partecipazione di tanti atleti stranieri provenienti da tutta Europa, a dimostrazione dell’enorme seguito che ha questa prestigiosa manifestazione. Ovviamente tutti gli occhi dei loanesi saranno puntati sul nostro Samuele Manfredi, che con piacere vedremo correre sulle strade di casa in cerca della vittoria. Ma al di là di quello che sarà l’esito, siamo certi che domenica i valori dello sport trionferanno ancora una volta. Come amministrazione comunale, dunque, non possiamo che ringraziare la famiglia Anselmo e tutti i volontari che ogni anno lavorano duramente all’organizzazione del Trofeo Città di Loano”.

Lunga la lista dei pretendenti al successo finale a partire dai campioni uscenti della Chambery Cyclisme: tra le fila dei transalpini, infatti, figura Alex Baudin fresco vincitore della classifica generale del Tour du Leman. Da tenere d’occhio anche gli svizzeri del Velo Club Lugano, dei russi della Lokosphinx e degli sloveni che potranno contare al via sulla rappresentativa nazionale e sui ragazzi della Ljubljana As.

Tra gli italiani, il più atteso sarà senza dubbio l’atleta loanese Samuele Manfredi (Work Service Romagnano) che in questo 2018 ha già collezionato il successo nella Gand Wevelgem Juniores e domenica ha concluso al secondo posto anche nella Parigi-Roubaix riservata ai più giovani.

Ma i fari saranno puntati anche sulla coppia del Team LVF composta da due autentiche promesse del movimento azzurro del calibro dello scalatore Samuele Rubino e del giovane passista Andrea Piccolo; velleità di successo le nutrono anche il laziale Martin Marcellusi (Il Pirata) e il veronese Samuele Carpene (Assali Stefen Omap). Il primo si è già imposto sugli arrivi di Baragiano e Floridia, mentre il secondo ha colto un importante medaglia d’argento alla Coppa Dondeo ed ha alzato le braccia al cielo domenica sul difficile traguardo di San Vendemiano.

La Canturino 1902, formazione che ha festeggiato il successo nel 2016 ed è andata vicinissima alla doppietta lo scorso anno grazie ad Andrea Bagioli, potrà contare quest’anno sul comasco Alessandro Fancellu sempre piazzato in questo avvio di stagione mentre il GB Junior Team avrà nel pavese Nicolò Parisini, due vittorie all’attivo anche per lui nel 2018, la propria punta di diamante

Alessio Martinelli e Karel Vacek (Team F.lli Giorgi) arriveranno, invece, in Liguria alla ricerca del primo successo stagionale dopo l’incredibile serie di piazzamenti messa a segno nelle ultime settimane che ne hanno certificato l’ottimo stato di forma. Da tenere d’occhio, infine, anche le prestazioni di Alex Raimondi (Aspiratori Otelli), Antonio Tiberi (Team Franco Ballerini) e Andrea Biancalani (Team Unicash Due C).

Un tifo speciale, poi, sarà riservato sulle strade della Riviera delle Palme al ciclista di Pietra Ligure Matteo Condorelli in gara con la casacca dell‘Esperia Petalo.

Questi i nomi che si sono messi in luce nel primo mese di competizioni riservate agli Juniores anche se molti altri talenti potrebbero sbocciare proprio lungo le strade savonesi per rendersi protagonisti di una competizione sempre affascinante e aperta ad ogni soluzione che sarà possibile seguire anche in diretta sul sito www.ciclismoweb.net a partire dalle ore 13.

Il programma di domenica 15 aprile: ore 9 apertura segreteria, ore 12 presentazione team, ore 13,20 partenza ufficiosa, tutto in piazza Italia. Alle ore 13,30 partenza ufficiale dalla via Aurelia; arrivo previsto in corso Roma alle 16,30 circa, Alle ore 16,45 cerimonia protocollare di premiazione.

Il percorso si snoderà in tre tronconi; il primo di circa 70 chilometri nell’interno Albenganese non particolarmente impegnativo. Il secondo con il primo passaggio da Loano si andrà ad affrontare la prima salita di giornata, Boissano di circa 3 chilometri con un primo Gran Premio della Montagna sino ad arrivare al secondo passaggio da Loano. Il terzo si percorrerà la via Aurelia fino al comune di Finale Ligure si andrà ad affrontare la salita finale di 10 chilometri di Eze-Magliolo (GPM), discesa verso Pietra Ligure. Gli ultimi 3 chilometri sono interamente pianeggianti sino all’arrivo che sarà posto a Loano in corso Roma.

Per tutta la giornata, dalle ore 9 sino al termine della manifestazione, sarà interdetto il transito ai veicoli a motore lungo corso Roma a Loano.

Momentanee interruzioni al traffico, con possibili rallentamenti, saranno predisposte lungo la via Aurelia e nelle altre strade interessate dalla manifestazione, al momento del passaggio della carovana delimitata dai mezzi di inizio e fine corsa.

Domenica 15 aprile si prevede cielo coperto su tutta la Riviera delle Palme ma senza precipitazioni di rilievo. La temperatura sarà stabile attorno ai 15° C con vento forte con direzione Nord-Nord Est.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.